famiglia e società

Ott20

Un maledetto tradimento culturale

Bulli crescono...

Scorrendo le pagine dei giornali, osservando le immagini in televisione, ascoltando le storie monche perché mal interpretate di tanti giovani che rimangono al palo, alcuni  offesi, altri depredati della vita, traditi dall'alcol, dalla roba che leggera non è mai, dalla violenza elargita a piene mani, ho come l’impressione che stiamo confrontandoci disarmati e spaventati con una microsocietà quale l’adolescenza oramai conclamata a bullistica.

Written by Vincenzo Andraous, Posted in famiglia e società, approfondimenti

Apr15

Società: Bullying e Cyberbullying

Bulli e pupe da qualche tempo sono scomparsi dalle cronache, dalle romanze più o meno virtuali, hanno abbandonato il proscenio della carta stampata, della scatola magica, delle aule scolastiche, come se a non parlarne, a non volerne sentire sulla pelle l’urto e il fastidio, fosse strada consolidata per il risolvimento del problema e delle tragedie che ne conseguono.

Posted in famiglia e società

Gen21

Approfondimenti: Abbiamo perso tutti.

La patologia della diversità.

Un adolescente se ne va, un figlio di tutti noi è rimasto attaccato ad una sciarpa legata al collo, impigliato senza potere reagire né difendersi.

E’ morto così, ma non per sua scelta, impiccato con le nostre mani, i nostri giudizi affrettati, sommari, E somari quanto i nostri silenzi indifferenti.

Posted in famiglia e società, approfondimenti

Set14

Prevenzione: "Sono solo ragazzi"

 

Poco più che bambini, adolescenti di poco imbarazzo, giovani con le gambe larghe e le mani in tasca, quando camminano sul marciapiede non consentono a chi arriva in senso contrario di passare, ci scappa la spallatina, la parola di troppo, lo sguardo piccato di chi non è abituato a rispettare le precedenze, manca l’educazione di accettare l’attesa della pazienza. Certo non serve a niente sparare nel mucchio, tanto meno fare confusione con le età, con i colori delle passioni che non collimano con le emozioni, e scavano trincee nei comportamenti quotidiani.

 

Posted in famiglia e società, prevenzione

Ago21

Società: Violenza spicciola

 

E’ un periodo costellato di episodi di violenza spicciola che imbratta le strade e le coscienze, lasciando dietro sé tracce evidenti di indifferenza e un po’ di paura, come a dire che queste cose accadono solo ai “fuori di testa”.

Accadimenti che vedono primi protagonisti i più giovani, quelli che davvero sognano di fare le cose per bene, ma spesso si imbucano alla via più breve, che arreca danno e sofferenze.

 

Posted in famiglia e società

Gen18

Società: Incentivi alla “rottamazione umana”? No grazie!

 

Da più parti si sente dire che la situazione è critica, nonostante ancora si viva la sensazione che questa criticità abbia come obiettivo soprattutto le fasce più deboli;  gioiellieri e taxisti compresi secondo i dati pubblicati dal ministero delle finanze.

 

Posted in famiglia e società, dipendenze

Gen18

ADUC: Immigrazione. Il permesso di soggiorno a punti: le nuove norme

fonte: ADUC

Manca ormai poco all'entrata in vigore del cosiddetto “permesso di soggiorno a punti”. Il Consiglio di Stato e la Conferenza unificata Stato-Regioni hanno infatti approvato, in parte modificandola, la bozza del regolamento stilato dal Consiglio dei Ministri nel maggio 2010 sull'accordo di integrazione previsto all’art. 4-bis, comma 2 del Testo Unico Immigrazione. Il nuovo D.P.R. 14 settembre 2011, n. 179 e’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 11 novembre 2011, ed entrera’ in vigore nel mese di marzo 2012, senza effetto retroattivo.

Posted in famiglia e società, approfondimenti

Gen05

Società: "L'angolo della paura"

La ragazzina torna a casa a passi veloci dal centro città sfavillante alla periferia meno illuminata, meno controllata, meno interessata a tutelare lo scambio delle merci e delle persone.

Dal marciapiede alla strada da attraversare, dal vicolo stretto allo sterrato per arrivare alla propria abitazione, tutt’intorno negozi chiusi, porte sbarrate, luci inchiodate allo spegnimento,  solo un ristorante aperto lasciato alle spalle.

Posted in famiglia e società

Dic16

Società: Un regalo di Natale per i senza dimora: guanti, cappelli, ma anche spettacoli

Binario 95, centro polivalente della stazione Termini di Roma, mette on line un elenco di desideri e lancia la proposta di “adottare un regalo” per chi può solo sognarlo

ROMA - Un cappello, dei guanti, un dopobarba, ma anche uno spettacolo gospel o il Capodanno con Massimo Ranieri al Gran teatro. Sono alcuni dei desideri espressi, in vista del Natale, dalle persone senza dimora che gravitano attorno al centro polivalente di via Marsala 95, nei pressi della stazione Termini di Roma.

Posted in famiglia e società

Ott28

Società: Migranti, carne da macello

 

Migranti arrivano sopra barconi che stanno a galla per un qualche miracolo aerodinamico, con un grave e drammatico  tributo di vite umane, nella rincorsa di una libertà che comunque non ci sarà.

Cecità del cuore e ottusità della mente, in troppi sanno tutto, hanno capito tutto, riescono a risolvere tutto in una sola parola, respingimento.

 

Posted in famiglia e società

Set14

Approfondimenti: Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire

Il valore da assegnare all'educazione

Sassate dalle finestre, passanti presi di mira, automobili rigate, docenti passati al setaccio dai pugni, nell’ostentazione di una prepotenza che non conosce la vergogna della sanzione.
Bullismo, prevaricazione, violenza, è pratica fino all’ultimo giorno di scuola, come a voler significare che abbiamo iniziato l’anno scolastico male e lo abbiamo concluso anche peggio.
E’ il caso di continuare a puntare il dito sui ragazzini delle elementari, delle medie inferiori e superiori,  accusandoli di essere i dispensatori di sofferenze e dolori, indicandoli come i devastatori delle dimore del sapere?

Written by Vincenzo Andraous, Posted in famiglia e società, approfondimenti, minori

Ago10

Approfondimenti: Vasco Rossi, depresso la butta in valanga

“Nel nostro giro siamo sempre stati affascinati dalla chimica. Entrare in una farmacia era come altri entrare in pasticceria: le pillole, i colori, i rimedi per tutti i mali lì sul bancone. Un viaggio da orgasmo”.
Non va per il sottile Mario Luzzatto Fegiz, gloria radiofonica e altro dagli anni Sessanta in qua, volato sul CorSera in soccorso alla rockstar nazionale Vasco Rossi, che confessa su face book di essere preda della depressione da 10 anni.

Written by don Gigetto De Bortoli, Posted in famiglia e società, approfondimenti

Giu03

Famiglia: TI HO FATTO, TI DISFO

“Posso spaccare la testa a mio figlio?”.
- Se lo hai fatto, di per sé, puoi anche permetterti di disfarlo.
“Mi stai prendendo in giro?”.
- Nient’affatto! Principio di realtà. Sei padre, sì o no?
“Cosa intendi dire?”
- Accidenti, niente!, se non mi dici per quale motivo vuoi spaccare la testa a tuo figlio.
“Pesta fino al sangue suo fratello, quando non riesce a imporgli quello che vuole lui”.

Written by don Gigetto De Bortoli, Posted in famiglia e società

Apr15

Società: Donne e Bambine quotidianamente oltraggiate

Non passa giorno che ci arrivi addosso la notizia di una giovane donna scomparsa, o ritrovata con gli occhi reclinati.
Donne e bambine afferrate, legate in qualche angolo buio dove non esiste rispetto né amore, soltanto l’infamia più grande, che non è più possibile accettare.
Prese a botte, umiliate, senza un risveglio di coscienza, donne oggetto di violenza fisica, psicologica, sessuale.

Written by Vincenzo Andraous, Posted in famiglia e società

Mar25

Società: "Come rumore di carta sfogliata"

Sento e vedo migliaia di persone, di ogni colore e nazione, diagnosticare terapie politiche e sociali per stabilizzare diritti e democrazie in paesi dilaniati dalla ferocia della povertà, dall’ingiustizia oramai globalizzata, che non sottrae religioni e dei dal taglione del mors tua-vita mea.
Guerre e stragi, uomini in armi e bambini depredati di ogni sorriso, terre divise e derubate dei propri confini, inni alla pace gridati a tempo di musica, e richieste di giustizia licenziate con qualche parola travestita di compassione.

Written by Vincenzo Andraous, Posted in famiglia e società

Mar15

Famiglia: "Tagli alla famiglia, Giovanardi non ci sta: "Situazione inaccettabile""

Lo sfogo del sottosegretario: "Cosi' si azzera il Dipartimento. Mi risulta che la guida del governo sia di Berlusconi, ci dica cosa ne pensa"

"Un taglio di questo genere e' assolutamente inaccettabile: poiche' non esiste solo un ministro dell'economia ma anche un presidente del Consiglio, Berlusconi deve chiarire quanto prima". Cosi' il sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega alle politiche familiari, Carlo Giovanardi, si lancia contro le ipotesi filtrate riguardo ad un taglio cospicuo dei fondi destinati al Dipartimento per le politiche della famiglia.

Posted in famiglia e società

Mar07

"Bimbi rom dove assente è la giustizia"

Bambini scomposti, famiglie derubricate a poco più di niente, umanità dispersa nello spicchio di una solidarietà spogliata del suo valore inalienabile.
Quattro creature incendiate, nell’abbrutimento travestito di vita, una sopravvivenza piegata a malattia incurabile, un dolore che trancia carne e ossa, che non lascia spazio alle solite contumelie buttate lì per non pagare dazio.

Written by Vincenzo Andraous, Posted in famiglia e società

Gen27

Distorsione del tempo

 L’amico Mauro è un uomo “pesante e pensante”, considerata la stazza e gli argomenti che va a incrociare. Giriamo sul quintale, per intenderci, di corpo e pensiero.
Si tratta di un supertecnico. Con i suoi tre dipendenti, è titolare, piuttosto solitario, di un’azienda per tecno-stampi. Col computer lavora “per forza”.
Siccome è costretto a trattare “pezzi unici”, più che un artigiano fa l’artista. E per capire ciò che il cliente vuole, non solo deve pensare, è costretto a chiacchierare e quindi a tenere relazioni. Si Intuisce che ha tentato di farlo anche tramite pc e internet, però…
…però quando si tratta di produzione nel lavoro niente è più prezioso del tempo.

Written by don Gigetto De Bortoli, Posted in famiglia e società, approfondimenti, prevenzione

Gen25

"Contro la deriva, serve una pelle"

Lui è un uomo sui 50 anni, robusto e molto attivo. La moglie, cinque anni più giovane, ha un tumore (guaribile, pare) e ha posto uno stop alla vita intima. Non se la sente più.
Lui, il marito, ha tenuto duro per un po’ di tempo, tra l’altro accudendo la moglie con affetto, standole vicino il più possibile, cosa che continua a fare. Poi ha trovato un sostituto, al piacere mancante, in alcuni siti internet, che lo hanno fatto ritornare e re-infognarsi in un brutto periodo della sua giovinezza, preda della pornografia.

Written by don Gigetto De Bortoli, Posted in famiglia e società, prevenzione

Gen21

Basta notizie fasulle!!!

-  Hai visto su Twitter l’ultima su Berlusconi?
No. Non apro il computer da tre giorni.
-  Allora hai visto quello che dice la televisione?
No. Non ho la televisione in casa, non la guardo, se mai la faccio.
-  Ma come, che giornalista sei? Come fai a essere informato?
In computer non si può verificare in bel nulla. La TV non dà informazione, dà spettacolo, quindi non ho tempo da perdere.
-  E allora?
Il giornalista scopre gli eventi e dà loro l’impatto della notizia, li rende cioè informazione d’interesse pubblico. Questo è il mio mestiere. Questo è informare, non passare il tempo al computer o assistere a spettacoli.

Written by don Gigetto De Bortoli, Posted in famiglia e società, prevenzione

Gen20

"Avviso ai naviganti? No basta una boa"

dipendenza da internet

“Mio figlio di 14 anni, appena arriva a casa, si precipita sul computer. Fino a tre settimane fa si precipitava sul cibo, affamato come un  lupo”.
-  Cosa sta succedendo? Per caso gira in Facebook?
“Credo di sì. Ma non è questo. Mi preoccupa il fatto che è cambiato, tanto che non sembra più lui”.
-  Se si precipita al computer, vuol dire che ha un forte interesse, non crede?  “Mi faccia pensare… non ci sta poi tanto tanto, dopo mezz’ora o qualcosa di più viene a mangiare… resta sopra pensiero, non si interessa più come prima della casa e della sorella, facendo domande…”

Written by don Gigetto De Bortoli, Posted in famiglia e società, approfondimenti

Dic09

Società: Conoscenza e solidarietà

limite e regola dell'accoglienza

A  un incontro sul tema migranti, conoscenza, solidarietà, insieme a  Don Antonio Sciortino Direttore di Famiglia Cristiana. Dapprima ho ascoltato con attenzione che si è trasformata in partecipazione, ricordando le nonne e i nonni partiti tempo addietro per altre città, altri paesi, altri continenti.
Quando si trattano problemi planetari come la povertà, la fame, la guerra, l’ingiustizia, non ci sono possibilità di chiamarsi fuori, occorre ripartire dai significati delle parole, da ciò che rappresentano, senza timore di farci i conti, di impegnarci tempo ed energie, perchè l’indifferenza “peso morto della storia”, è già violenza delle dignità costrette a sopravvivere alle rimozioni della memoria.

Written by Vincenzo Andraous, Posted in famiglia e società

Dic04

Lucia, la Prof e l’Istat

Evento. Sabato 4 dicembre ore 10.
La prof. Lucia bussa alla porta del mio ufficio.
Alta, ben truccata, elegante e smagliante, cappellino giallo e sciarpa gialla che le avvolge il collo,  mi guarda decisa dritto negli occhi. Si vede ch’è abituata a tener testa ai ragazzi di oggi, che si sa come sono, a scuola!
Mi dichiara una cosa rivoluzionaria, per i tempi che corrono.

Written by don Gigetto De Bortoli, Posted in famiglia e società

Nov19

NO ai bambini!

Le grida dei bimbi disturbano

“Gli appartamenti del nuovo plesso abitativo sono in esclusiva solo per chi non ha bambini”.
“Qui non sono ammessi bambini”.
“Niente entrata dei bambini nel parco, disturbano gli animali!”
“Albergo specializzato per adulti, non si prendono prenotazioni per famiglie con bambini”.

“La spiaggia riservato ai soli adulti, dai 18 anni in su”.
-  Posso prenotare per la cena in ristorante, 6 posti, 3 per bambini?
“Siamo al completo, signore, non c’è più posto”.
-  Posso prenotare per 3 posti, senza bambini?
“Certo, il posto c’è, signora. Che ora preferisce per la cena?”

 

Written by don Gigetto De Bortoli, Posted in famiglia e società

Nov16

La tournee nei perimetri dell'assenza

I grandi delitti italiani fanno audience

I grandi delitti italiani fanno audience, costituiscono il piatto forte della nostra informazione, si parla della morte, dei contorcimenti delle vittime, delle meschinità innominabili dei carnefici, lo si fa soprattutto per sentito dire, per interpretazioni personali, per voglia di gogna, se ne parla senza alcuna compassione per le assenze eterne.

Scompaiono bambini, uomini e donne, ognuno di essi viene “liquidato”, con una tecnica senza preambolo, la morte sopraggiunge senza neppure concedere l’ultima volontà di un perdono. Neanche più gridare è permesso.

Posted in famiglia e società, approfondimenti

Nov11

CNCA: “Nuova trovata del Governo: la discriminazione tra chi ha figli e chi non ne ha”

Alla Conferenza nazionale di Milano le ombre superano di gran lunga le luci

riceviamo e pubblichiamo, info a titolo personale

La Conferenza nazionale della Famiglia chiude nel peggiore dei modi. “Siamo alle solite,” afferma Lucio Babolin, presidente del Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA), “anche la Conferenza della Famiglia è stata in larga parte una vetrina per gli spot del Governo. Soldi non ce ne sono, come ha riconosciuto lo stesso Giovanardi, e per quanto riguarda il piano di sostegno alle famiglie italiane – quelle vere, in carne e ossa, non quelle del mulino bianco – siamo a poco più di un’intenzione.

Posted in famiglia e società