Gen11

Don Franco uomo e prete

Don Franco uomo e prete

Uomo vero: chiaro trasparente, intelligente e colto.

Prete vero: prete evangelico. Ha portato la buona notizia del Vangelo a tutte le categorie di persone, ai disagiati come a tutti coloro che lo hanno apprezzato nelle diverse parrocchie in cui ha operato.

Lo Spirito Santo è stato particolarmente abbondante con i suoi sette doni.

Sapienza: è l’equilibrio del giusto che sa donare l’amore di Dio a tutti. E’ stato un grande pastore dell’amore. Un grande artigiano nel costruire doni di accoglienza per tutti.

Intelletto: come dice il vocabolo, ha saputo leggere con intuizione dentro le situazioni e dentro le persone. E’ il comprendere: il prendere con sé, aprendosi a tutti.

Consiglio: saper indirizzare senza giudicare, è ascoltare senza sostituire l’altro nella crescita. Nella mia vita personale è stato un leale e generoso punto di riferimento.

Fortezza: la forza della fede in Dio e nella Madonna. La costruzione della speranza mai venuta meno nonostante le difficoltà di varia natura: personali e no. La carità non tanto come elemosina ma come prendersi cura dell’altro.

Scienza: le sue icone, le sue foto che portano alla bellezza di Dio. Non è stato esercizio accademico ma ricerca per far innamorare l’altro a ciò che di più bello ci offre la vita.

Pietà: Stiamo vivendo l’anno giubilare della Misericordia voluto da Papa Francesco. La vita di don Franco è stata un anno giubilare continuo, costante, vissuto nella misericordia per tutti gli anni del suo Sacerdozio. Il Centro “Don Milani”, l’asilo in Brasile e tante altre opere lo presentano come  pellegrino giubilare della misericordia in cammino per tutta la vita.

Timor di Dio: più che di timore Don Franco ha vissuto l’amore di Dio. Amore di Dio che significava apertura e accoglienza all’altro. Nell’ultimo bollettino che mi inviava regolarmente scrive: “Se qualche gruppo festeggia l’ultimo dell’anno in qualche angolo della città non mi dispiacerebbe partecipare. Anch’io posso mettere a disposizione qualche sala in Via San Marco per qualche incontro sia di festa che di riflessione”. Il suo sacerdozio è stato sempre “festa della misericordia” aprendo cuore e strutture a tutti

Grazie Dio per averci donato Don Franco.

Lo so che nel Paradiso non ci sono cose materiali ma mi piace vederti con un piatto di funghi, un buon bicchiere di vino e al tuo tavolo sono presenti Gesù, Maria, Mons. Vecchi, i tuoi genitori, familiari, amici e tante persone disagiate.

Grazie don Franco. Accompagna dal Paradiso i tuoi fratelli, nipoti e parenti,  il tuo Centro “Don Milani” e tutti noi.

Continuiamo a volerci bene

di Don Egidio Smacchia - Presidente Centro "Il Ponte" di Civitavecchia

Posted in approfondimenti

Commenti (0)

Lascia un commento

LOGIN_TO_LEAVE_COMMENT