Dic26

Natale 2015: Niente rumore quest'anno

Natale 2015: Niente rumore quest'anno

Signore, non ti chiediamo un Natale di pace, niente serenità quest'anno.

Al contrario, donaci mille dubbi e tanti pensieri.

Niente luci sfavillanti, niente meraviglie di cartone, senza anima né valore. Niente polvere sotto i tappeti quest'anno, nessuno sforzo per nascondere le piaghe sanguinanti di una terra violenta e violentata da bestie senza scrupoli applaudite da saltimbanchi prezzolati. Niente sorrisi di facciata per nascondere la triste rassegnazione, alibi per il disimpegno dei nostri cuori.

 

Signore, aiutaci a trovare un piccolo posto, spoglio e disadorno, in una delle tante periferie del mondo. Un luogo povero che possa mettere in discussione le nostre certezze, che lasci intravedere  la precarietà delle parvenze di cui amiamo circondarci, tentando stupidamente di nascondere le nostre meravigliose fragilità.

Niente rumore quest'anno Signore, niente vocio confuso di folle che si scambiano imbarazzati auguri di facciata, che sanno del nulla di un natale artificiale.

Donaci un momento di silenzio per ascoltare il senso profondo del miracolo che si ripete, il paradosso di una donna semplice e straordinaria, capace di caricarsi sulle spalle la speranza di una intera umanità.

Ed in questo dolce e silenzioso oblio, lasciaci interrogare dal mistero di un piccolo villaggio e di una povera mangiatoia destinati a diventare regno e trono del più grande dei Re.

Signore, insegnaci ad  ammirare meravigliati la luce della cometa, diadema della corona di stelle che ti è piaciuto porre su un corteo di pastori. Gente semplice, uomini e donne consumati dalle fatiche, portatori sani di piccole storie normali, che ad un tratto si trovano al centro della Storia della salvezza...

E da lì, Signore, insegnaci a comprendere il messaggio profondo di questo Natale, facendoci riscoprire, non meglio e non peggio di nessun altro, ma semplicemente, straordinariamente, unicamente, Uomini...

Luciano Squillaci - Vice Presidente FICT

Posted in approfondimenti

Commenti (0)

Lascia un commento

LOGIN_TO_LEAVE_COMMENT