Mar17

Gioco d’azzardo e comunità terapeutiche: "Se c'è da giocare, giochiamo anche noi"

A Messina il Centro di Solidarietà F.A.R.O. propone ai suoi operatori delle giornate di studio, formazione e confronto sulla dipendenza da gioco d’azzardo.

Gioco d’azzardo e comunità terapeutiche:

“Se c’è da giocare, giochiamo anche noi”: questo è il titolo con il quale il Centro di Solidarietà F.A.R.O. di Messina ha organizzato quattro giornate di studio, formazione e confronto tra operatori di comunità. Tra gli obiettivi dell’iniziativa l’aggiornamento del personale del centro rispetto al tema del gioco d’azzardo patologico e l’individuazione di risorse, strumenti e proposte d’intervento in questo campo.

Il Centro di Solidarietà F.A.R.O. opera in Sicilia, sin dalla sua fondazione, nella prevenzione e nel trattamento delle dipendenze patologiche.

Il calendario di queste giornate di formazione e confronto rivela il tentativo di guardare alla dipendenza da gioco d’azzardo attraverso la metodologia di Progetto Uomo: la prospettiva bio-psico-sociale e la visione sistemica del fenomeno, la rete e la presa in carico globale della persona.

Psichiatri, educatori e psicologi, personale interno del centro ed esperti esterni s’interrogano e si confrontano sugli strumenti che la comunità terapeutica già possiede o può aggiornare per fronteggiare il fenomeno del gioco d’azzardo patologico: dati, ipotesi teoriche, esperienze, sono il materiale di lavoro proposto agli operatori.

Il prodotto finale del lavoro sarà la stesura di un documento contenente idee progettuali, ipotesi di lavoro e linee guida per la comunità terapeutica nel dare risposte concrete alla dipendenza da gioco d’azzardo.

Programma

Mercoledì, 11 Marzo 2015

9.00-11.00 "Ritrovare nel gruppo curante le risorse per nuove sfide. Transitando tra vecchie e nuove forme di dipendenza" Giuseppe Cacciola, psicologo psicoterapeuta

11.30-13.30 "Biologia e comportamento del giocatore d’azzardo patologico. Gli aspetti neurobiologici del disturbo e le attuali indicazioni per il trattamento farmacologico" Nicola Longobardo psichiatra, ASP Messina

15.30-17.30 "Motivare il giocatore patologico al cambiamento. Casi concreti di analisi della domanda" Francesca Giorgianni psicologo, psicoterapeuta

Lunedì, 16 Marzo 2015

9.00-11.00 "Psicologia del giocatore d’azzardo: strutture di personalità e meccanismi di difesa." Daniela Siragusa psicologo, resp. F.A.R.O.

11.30-13.30 "Dalla teoria alla pratica clinica: il gruppo di auto-aiuto per i giocatori d’azzardo nei Ser.T. "Rosanna Spinella psichiatra, ASP Messina

15.00-17.00 "Giocare d’azzardo: chi vince davvero? Gli aspetti economici e sociali del problema" Domenico Incorvaia educatore, pres. F.A.R.O.

Venerdì, 20 Marzo 2015

14.30-16.30 "La cura e il governo della rete. Esperienza diretta…di rete" Daniela Milano psicologa

17.00-19.00 "La prevenzione del Gioco d’Azzardo Patologico. Linee guida istituzionali, esperienze sul territorio e validità degli interventi." Giovanni Utano psichiatra, ASP Messina

Martedì, 24 Marzo 2015

9.00-11.00 "Pensare l’auto-aiuto. Gli strumenti della comunità al servizio del giocatore e della sua famiglia"

Stefania Romeo educatore, resp. F.A.R.O

11.30-13.30 "La famiglia del giocatore: dal sintomo al sistema. Linee guida sul lavoro con i familiari." Carmelo Panebianco psicoterapeuta, ASP Messina

15.00-17.00 "Il nemico dentro. La psicologia profonda del gambler." Mario Gullì psicanalista, resp. F.A.R.O.

di Francesco Conti

Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , tel 090 362834

Posted in Dal Territorio, dipendenze

Commenti (0)

Lascia un commento

LOGIN_TO_LEAVE_COMMENT