Set28

Dipendenze: Assemblea rinnovo cariche del Covest. Presenti 21 enti non profit, alla Cooperativa Olivotti di Mira.

Dipendenze: Assemblea rinnovo cariche del Covest. Presenti 21 enti non profit, alla Cooperativa Olivotti di Mira.
Con la quasi totalità dei voti (scrutinio a voto segreto) è risultato eletto Daniele Corbetta, mentre consiglieri sono stati eletti Patrizia Balbo, Monica Lazzaretto, Fabio Ferrari, Michele Resina.
La relazione del presidente uscente Fabio Ferrari (Verona) è stata semplice ed esemplare per dare materia di continuità con il lavoro del prossimo consiglio.
Verso l'esterno, come sindacato, il dialogo stretto si è rivolto alla Regione, all'assessorato delle politiche sociali e a quello della sanità per le aree di competenza, lavoro che è stato difficile per periodi di assenza del dirigente, per i rallentamenti e le velocità e per il mutato e rapido quadro della crisi.

Ciò ha permesso di conservare lo stanziamento anche per 2012, sia la quota che va ai Sert che quella al privato sociale nel sistema delle comunità residenziali. Ma non ci saranno più fondi per i progetti.

Altro dialogo è stato intrattenuto con gli altri gruppi operativi non aderenti al Covest per trovare una posizione di linea.
In merito al lavoro verso l'interno, cioè a sostegno delle attività del Covest e degli enti associati, è risultato valido il regolamento, inesistente il costo di rappresentanza che è svolto come volontariato, interessanti i tentativi di raccolta dati (molto difficile questa per sistemi diversi e per la mancanza di tempo e metodo per farlo, specie a livello amministrativo in rapporto ai Sert e utilizzo dei fondi), buono il fondo a disposizione (resto di precedenti gestioni e progetti sul management) che può essere messo a disposizione per la formazione.
Tra le note critiche, dato di fatto, la difficoltà della comunicazione del lavoro svolto - risultato molto grande e impegnativo - agli enti associati e all'esterno, ai media. Quindi urgente trovare una struttura che possa garantire questo. Come spesso accade nel non profit il tempo è dedicato a lavorare non a raccontarsi. Di fronte alla complessità degli impegni da affrontare questo problema viene, a torto a quanto pare, accantonato.
Daniele Corbetta  (Treviso) nuovo eletto ha sollecitato una maggiore presenza e collaborazione della base, ha detto che darà continuità al lavoro finora svolto, ha valutato che le sfide non sono di poco conto e che probabilmente tutto il comparto delle dipendenze dovrà trovare fisionomie operative nuove, sia per la diminuzione delle finanze a disposizione sia perché il mondo è proprio cambiato.

di Gigetto De Bortoli

Posted in dipendenze

Commenti (0)

Lascia un commento

LOGIN_TO_LEAVE_COMMENT