Apr16

L’Istituto “Progetto Uomo” propone il Master di I livello in “Didattiche del cambiamento e Coaching Creativo”.

L’Istituto “Progetto Uomo” propone il Master di I livello in “Didattiche del cambiamento e Coaching Creativo”.
Didattiche del cambiamento e Coaching Creativo

L’Istituto Superiore Universitario di Scienze Psicopedagogiche e Sociali “Progetto uomo”, affiliato alla Facoltà di Scienze dell’Educazione all’Università Pontificia Salesiana di Roma, presenta il Diploma di Master di I° Livello in “Didattiche del cambiamento e Coaching Creativo”:

il primo master universitario italiano in materia di coaching e formazione. Direttore didattico: Dott. Massimo Del Monte. Direzione scientifica: Prof. Nicolò Pisanu, Prof.ssa Maria Rita Parsi, Prof.ssa Maria Teresa Giannelli, Dott. Hubert Jaoui.

L'Istituto “Progetto Uomo” ha scelto di organizzare un master orientato alla professione di coach-formatore vista la diffusione e l'efficacia di questa metodologia di intervento, adottata nel panorama internazionale in diversi settori lavorativi. Lo scopo dell'Istituto è fornire ai partecipanti l'opportunità di apprendere teorie, metodi tecniche e competenze per saper “fare” e per saper “essere” un coach-formatore, grazie ad un percorso intenso ed alla presenza di docenti altamente qualificati.

Le diverse forme in cui viene adottato questo metodo di “allenamento”, ormai diffuso in tutto il mondo - come il life coaching, l’executive coaching, il mental training per gli sportivi, il career coaching - mirano essenzialmente al raggiungimento degli obiettivi, all’elevazione degli standard di performance e ad una formazione che renda l’organizzazione - o la persona - autonoma di procedere con gli strumenti ed i metodi acquisiti nel corso del training.

Il coaching è anche e soprattutto crescita, cambiamento, trasformazione e trasferimento delle risorse interne, verso quegli aspetti della vita dell’individuo e/o del gruppo che ancora non hanno raggiunto livelli soddisfacenti. È una strategia tesa a permettere la transizione dallo stato in cui si trova la persona o il gruppo, definito anche “spazio-problema” allo stato desiderato, noto come “spazio soluzione”. Lo scopo principale è il processo di sviluppo, potenziamento e installazione delle risorse ed il loro trasferimento generativo verso quegli aspetti della vita, o quelle aree professionali, che ancora non hanno raggiunto livelli soddisfacenti. Il mercato del lavoro, infatti, esige sempre di più professionisti aggiornati, capaci di stimolare l’innovazione, la risoluzione creativa dei problemi e dei conflitti in vari contesti: organizzativi, aziendali, educativi, professionali e personali.

Le attuali prospettive socio-economiche, in particolare in ambito aziendale e manageriale, impongono sempre di più la realizzazione di obiettivi ambiziosi, legati indissolubilmente alle capacità personali, alle competenze creative ed emotive, alla capacità di lavorare in gruppo, alla leadership efficace. Le aziende e le organizzazioni si stanno orientando con frequenza crescente verso interventi di coaching, mirati a sviluppare le competenze dei dirigenti, dei manager e dei diversi livelli ad alto potenziale di rendimento, al fine di creare gruppi di lavoro particolarmente competitivi. In questa ottica il Coaching Creativo mette al centro dell’attenzione l’individuo e la sua crescita personale nel contesto aziendale, libero professionale o istituzionale, orientata prevalentemente ad una leadership equilibrata, autorevole, competente, capace di esprimere ed utilizzare al meglio le risorse personali e del team, potenziando le aree che necessitano di essere incrementate  e sviluppare nuove possibilità. I presupposti del Coaching Creativo derivano dall’integrazione di diversi modelli teorico-applicativi che hanno studiato la struttura dell’esperienza soggettiva dell’essere umano e che hanno messo a punto tecniche di intervento per il cambiamento personale e per la realizzazione di prestazioni d'eccellenza. Il Coaching Creativo nasce come integrazione e rielaborazione delle esperienze di professionisti del settore (in campo psicologico, psicoterapeutico, consulenziale, aziendale) la cui formazione deriva, in particolare, dai modelli della Psicologia Umanistica, dell’Analisi Transazionale, della Programmazione Neurolinguistica e della Psicoanimazione. Gli studi delle neuroscienze e del pensiero creativo, hanno costituito una parte integrante che ha contribuito alla sperimentazione ed alla elaborazione di questa impostazione metodologica.

OBIETTIVI GENERALI DEL MASTER

Il Master mira a sviluppare nel partecipante le competenze connesse al ruolo di coach-formatore, una figura professionale capace di integrare metodi e strumenti di formazione e coaching, al fine di progettare e realizzare percorsi di sviluppo personale e manageriale, di elevata qualità e personalizzazione. Il coach-formatore, non limitandosi ad offrire al proprio cliente gli strumenti offerti dalla propria metodologia di riferimento, ha la capacità di integrare diversi approcci e tecniche per offrire soluzioni personalizzate ed innovative. Il coach-formatore mette a disposizione delle persone, delle aziende e delle organizzazioni, specifiche competenze personali, tecniche e professionali, per progettare, gestire e valutare processi di formazione e di coaching, facilitare la realizzazione degli obiettivi dei clienti e sostenere i processi di cambiamento.

Il programma del Master prevede un percorso di sviluppo personale con la finalità di sviluppare e potenziare, nel partecipante, la competenze creative, emozionali e comunicative per una leadership d'eccellenza. L’apprendimento delle più sofisticate metodologie e tecniche del coaching consente al futuro coach-formatore, di gestire in modo innovativo relazioni, processi e prodotti aziendali.

Affrontare le sfide che impone la vita, nella società attuale, richiede sempre di più la capacità di scovare ed utilizzare soluzioni in grado di generare valore e valori: nella vita di ogni giorno, al lavoro, in azienda.

CERTIFICAZIONI

Il Master in didattiche del cambiamento e Coaching Creativo è l'unico percorso formativo che consente di accedere a quattro certificazioni nazionali e internazionali:1) Diploma di Master universitario di I° livello in “Didattiche del Cambiamento e Coaching Creativo” riconosciuto dalla facoltà di Scienze della formazione dell'Università Pontificia Salesiana (Certificazione ottenuta dai possessori di diploma di laurea. In alternativa, per gli altri titoli di studio si rilascerà la certificazione di Corso di formazione in “Didattiche del Cambiamento e Coaching Creativo”); 2) Certificazione in AT 101 “Corso teorico-pratico introduttivo all'Analisi Transazionale” (I candidati che ottengono questa certificazione possono chiedere di diventare membri di associazioni italiane di AT e conseguentemente divenire Regolar Member dell'EATA-ITAA); 3) Practitioner e Master Practitioner in Programmazione Neurolinguistica (Certificazione riconosciuta dalla Society for Neurolinguistic Programming che consente la frequentazione del corso per diventare Trainer in PNL, tenuto direttamente da Richard Bandler. Su specifica richiesta, con tasse amministrative aggiuntive da versare alla SNP si può ottenere la certificazione firmata da Bandler); 4) Creative 101 in Metodo Jaoui (Certificazione rilasciata direttamente da Hubert Jaoui e Kairos Solutions e che consente di accedere al livello Creative Leader.)

PERCHÈ FREQUENTARE IL MASTER?

È il primo Master di questo settore che, oltre a rilasciare certificazioni prestigiose, è stato approvato dal Senato Accademico dell'Università Pontificia Salesiana ed il suo corpo docenti è costituito da professori universitari, coach e formatori professionisti, psicologi, medici, didatti e trainers certificati a livello internazionale, consulenti aziendali. Le solide fondamenta teoriche dei moduli didattici vengono integrate con l'esperienza professionale “sul campo” dei docenti, le metodologie e le tecniche più note ed efficaci nel panorama mondiale, al fine di preparare i partecipanti ad intervenire su persone ed aziende con il massimo livello di efficacia, qualità ed etica.

OBIETTIVI PRINCIPALI

Il Master ha lo scopo di offrire un percorso formativo personale e professionale per chi intende entrare nell’affascinante mondo del coaching e della formazione e/o di specializzarsi nelle metodologie proposte per lavorare in azienda.

Il Master è stato organizzato in modo tale da fornire ai partecipanti le più aggiornate conoscenze teoriche e pratiche sulla materia, attraverso un’intensa attività di formazione personale basata sull’esperienza ed il coinvolgimento diretto. I partecipanti disporranno di una metodologia di intervento con la quale affrontare creativamente i processi di cambiamento, di crescita, di innovazione degli individui e dei gruppi di lavoro, in ambito organizzativo ed aziendale.

Al termine del corso il partecipante avrà acquisito le competenze di base per svolgere le seguenti attività:

  • coaching one-to-one
  • coaching con piccoli gruppi di lavoro
  • formazione aziendale
  • coaching creativo per il problem solving e per l’innovazione dei processi aziendali
  • coaching per lo sviluppo del potenziale creativo individuale e di gruppo
  • interventi di team building e teamwork
  • executive coaching
  • career coaching
  • consulenze per lo sviluppo dei processi creativi e per l'innovazione dei prodotti
SBOCCHI PROFESSIONALI
  • Addetto alle Risorse Umane;
  • Addetto alla Formazione e allo sviluppo dei percorsi formativi aziendali;
  • Trainer-coach;
  • Consulente aziendale;
  • Progettista di interventi di formazione e coaching;
  • Libero professionista nell’ambito della consulenza e della formazione;
  • Esperto di Comunicazione.
MATERIE DI APPROFONDIMENTO
Metodologia del Coaching Creativo

In questa parte del programma si curano gli aspetti teorici e metodologici del Coaching Creativo, con la presentazione dei modelli di base, riguardanti il pensiero creativo, che hanno contribuito alla formulazione della metodologia. Le lezioni frontali riguarderanno essenzialmente l’analisi del processo creativo nel problem solving e nella realizzazione degli obiettivi. Si passerà dall’introduzione di alcuni concetti riguardanti il funzionamento del cervello creativo, alla presentazione delle funzioni mentali, fino all’approfondimento della metodologia applicativa basata su tali presupposti. L’obiettivo di questo modulo è l’acquisizione delle conoscenze in grado di comprendere a fondo l’importanza della natura delle cinque fasi del Coaching Creativo. Le fasi e le procedure della metodologia hanno, infatti, lo scopo di stimolare e sviluppare il processo di pensiero creativo nell’elaborazione e nella realizzazione degli obiettivi e dei successi personali, nel problem solving, nella crescita personale, professionale ed organizzativa. Con una precisa metodologia si aiutano i partecipanti a sviluppare e implementare un approccio flessibile in grado di trasformare uno “spazio problema” in un “spazio soluzione”.

Teoria e tecniche del coaching analitico transazionale (AT 101)

L’Analisi Transazionale è un modello, una teoria della personalità, una metodologia consulenziale che ha riscosso un particolare successo in ambito psicoterapeutico, educativo ed organizzativo. Questo modulo è dedicato ai principi e agli strumenti di base dell’AT indirizzati al campo organizzativo per la crescita e il cambiamento delle persone e dei gruppi di lavoro. Vengono presi in considerazione gli aspetti teorici più importanti come base essenziale per sostenere un approccio consulenziale efficace, flessibile, eticamente valido, indispensabile nella relazione d’aiuto. Questo modulo fornisce al partecipante solide fondamenta, facilmente integrabili con le altre metodologie proposte nel corso, da considerarsi come matrice privilegiata del Coaching Creativo.

Teoria e tecniche della Programmazione Neurolinguistica I e II (Practitioner in PNL  + Master Practitioner in PNL )

La PNL è ormai conosciuta a livello internazionale come una tecnologia del cambiamento particolarmente efficace e versatile. Nell’ambito del coaching è pertanto essenziale conoscere il modello di funzionamento mentale proposto da questa disciplina fondata negli anni ’70 da Richard Bandler e John Grinder in seguito ad un intenso ed approfondito lavoro di ricerca riguardante la struttura e il processo sotteso agli interventi terapeutici di maestri della psicoterapia come Fritz Perls, Virginia Satir e Milton Erickson. Il successivo sviluppo di questa disciplina, ancora oggi florido, ha portato ad un proliferare di tecniche e tipologia d’intervento incisive ed affascinanti. Anche la PNL, costituisce un’ottima integrazione del Coaching Creativo poiché uno dei principi su cui si basa consiste nell’ampliamento creativo delle mappe della realtà per arricchire la possibilità di scelta dell’essere umano.

Teoria e tecniche per la creatività e la formazione (Creative 101)

Questo insegnamento è dedicato alla formazione teorico-pratica nel Metodo Jaoui, al fine di applicare la creatività ai diversi aspetti della vita personale e professionale. Lo scopo principale è di aggiornare ed arricchire le risorse creative, attraverso l'istallazione del Creaflex, il riflesso creativo, imparare ad affrontare la vita con un rinnovato spirito creativo, stimolare l’energia, scoprire il talento personale ed imparare il metodo creativo per produrre nuove idee, realizzare progetti, innovare se stessi e le proprie attività, trasformare i problemi in obiettivi e in sfide coinvolgenti ed appassionanti.

Gestione della formazione delle risorse umane

Questo insegnamento è dedicato all'apprendimento di un metodo di intervento professionale per la costruzione di gruppi di lavoro e di formazione. L'esperienza teorico-applicativa consentirà al partecipante di acquisire gli strumenti operativi per: avviare la vita di un gruppo, favorire l'instaurarsi di uno stile di comunicazione efficace, definire e condividere il contratto d'aula, stimolare la trasformazione delle aspettative in obiettivi, integrare il lavoro individuale in piccolo gruppo e in plenaria, applicare il debriefing.

Psicobiologia del comportamento umano

Definizione degli scopi della psicobiologia come scienza e come disciplina culturale; Il comportamento umano nella sua accezione psicobiologica; L’anatomia e la fisiologia del cervello umano; La biologia del cervello umano. Stress, ormoni, comportamento; Il comportamento umano: normalità ed anomalie; La neurobiologia della creatività; La neurobiologia del problem solving.

Relazioni umane e dinamica di gruppo

La psicoanimazione dei gruppi; Tecniche di psicoanimazione; L’attualizzazione del sé; Lo sviluppo del potenziale umano

Business coaching

Il modulo Business coaching è dedicato all'approfondimento pratico del coaching applicato all'azienda e al mondo del business. L'orientamento è di tipo pragmatico e prevede lo studio dei casi concreti, l'analisi strategica ed operativa dell'intervento di coaching con l'imprenditore, l'executive e gli alti livelli manageriali. L'esperienza d'aula consente di apprendere le basi per operare un tipo d’intervento supportivo mirato ad integrare la preparazione tecnica con l’acquisizione degli skills personali più utili alla realizzazione delle performance, alla comunicazione interpersonale, alla gestione delle risorse umane, alla crescita del proprio potenziale, allo sviluppo di competenze utili per gestire il team.

Pedagogia sociale

Verrà affrontato lo studio dei vari fattori ambientali che influiscono direttamente o indirettamente sulle relazioni educative, prendendo in considerazione l’analisi delle variabili storiche, culturali, politiche, economiche per comprendere al meglio le cause di determinati fenomeni e il come agire in prospettiva pedagogica-formativa.

L’obiettivo consta nello sviluppare le capacità per riconoscere e potenziare le condizioni di benessere, di vivibilità, di apertura costante verso nuove possibilità per una migliore convivenza e sostenere opzioni di cambiamento

Psicologia dell'educazione

Il corso intende offrire una panoramica concettuale della comunicazione interpersonale con alcuni approfondimenti specifici riguardanti: l’anatomia di un messaggio; le barriere comunicative; il processo della comunicazione: la comunicazione regolativa, descrittiva e rappresentativa; l’ascolto attivo; la maturità dell’educatore; le abilità nella gestione dei conflitti: assertività, saper confrontarsi lealmente; il dialogo educativo; il linguaggio del corpo e del comportamento nell’interazione educativa.

Esperienza pratiche guidate e tirocinio

1) Percorsi e tecniche del Coaching Creativo
In questo modulo vengono approfondite le procedure metodologiche e le tecniche d’intervento del Coaching Creativo, per consentire al partecipante di acquisire la capacità di utilizzare agilmente gli strumenti operativi nell’ambito degli interventi di coaching individuale e di gruppo. Questo per-corso prevede un training mirato a sviluppare le abilità comunicative, relazionali e pratiche, finalizzate al miglior utilizzo delle procedure e delle tecniche. Per ogni tecnica proposta è previsto anche un approfondimento teorico riguardante i presupposti di base, la descrizione delle indicazioni operative e degli obiettivi raggiungibili. Le tecniche verranno sperimentate personalmente dai partecipanti, sia come addestramento per il loro utilizzo pratico, sia nel Per-corso formativo mirato all’esperienza di crescita personale.

2) Strumenti per la formazione personale e valutazione del processo formativo
Ogni partecipante, nel corso delle attività didattiche, effettua un percorso di coaching personale in gruppo, riguardante obiettivi personali di formazione e sviluppo; questa modalità didattico-formativa consente al partecipante-coachee di sperimentare personalmente la metodologia e le tecniche del Coaching Creativo. Uno degli aspetti essenziali della filosofia del C.C. riguarda, infatti, la crescita personale del futuro coach e l’esperienza diretta della metodologia e delle tecniche che potrà sperimentare nell’ambito professionale. Questo modulo consente al partecipante di beneficiare in prima persona degli effetti della metodologia, che mira a stimolare lo sviluppo di competenze creative ed emotive e di un metodo da utilizzare nella vita personale e professionale. La realizzazione degli obiettivi personali del coachee consente una crescita indispensabile per poter poi assumere il ruolo di coach come figura professionale che, nelle relazioni d’aiuto, sostiene e facilita i clienti nella realizzazione dei propri obiettivi.

3) Esercitazioni di consulenza e intervento formativo
Nel corso di questo modulo verranno effettuati il tirocinio e le esperienze pratiche guidate, che consentiranno al partecipante di esercitarsi, guidati dalla supervisione del docente, negli interventi formativi attraverso simulate, giochi di ruolo, prove pratiche. Sono previsti inoltre momenti di tirocinio in aula durante i quali si avrà la possibilità di apprendere, attraverso il modeling, le modalità di interventi dei docenti.

DESTINATARI E CONDIZIONI DI AMMISSIONE

Al Master sono ammessi coloro che sono in possesso del titolo di Baccalaureato/Laurea (civile o ecclesiale) di durata triennale. La laurea in discipline socio-psico-pedagogiche e il Diploma Universitario (educatore professionale, assistente sociale, ecc.) costituirà criterio preferenziale per conseguire il Diploma di Master Universitario di I livello.

Coloro che sono in possesso del solo titolo di Diploma di Scuola Media Superiore, ma possiedono una comprovata esperienza di lavoro o hanno svolto ruoli di responsabilità nei servizi socio-educativi, organizzativi o aziendali, possono essere ammessi a partecipare al Master; a questi ultimi verrà rilasciata la certificazione in Corso di formazione in “Didattiche del Cambiamento e Coaching Creativo”,  e le altre certificazioni nazionali e internazionali previste.

Numero minimo di attivazione: 15 iscritti.

DURATA DEL MASTER

Il Master dura circa 16 mesi, dal 7 giugno 2010 al luglio 2011, con attività formative intensive, organizzate in settimane didattiche (circa una ogni due mesi) per complessive 1500 ore (60 ETCS).

Il monte ore complessivo verrà suddiviso in :

- 335 ore in presenza;

- 250 ore di tirocinio ed esperienze pratiche guidate;

- 100 ore per l’elaborato finale;

- 785 ore di studio individuale e assistito;

à 30 ore con modalità e-learning.

La frequenza alle lezioni è obbligatoria e per il conseguimento dei titoli o degli attestati si richiederà non meno di 2/3 di presenza per ogni insegnamento e modulo.

Organizzazione e metodologia didattica

L’attività formativa prevede l’acquisizione di complessivi 60 crediti, ripartiti nelle diverse aree tematiche. Si valuterà la possibilità di riconoscimento di crediti acquisiti, con conseguente riduzione del carico formativo a coloro che hanno già partecipato a corsi di perfezionamento, svolti da università o enti di ricerca e di cui si offrirà idonea attestazione. Il riconoscimento non andrà oltre i 20 crediti e consentirà una detrazione di ore dall’obbligo di frequenza. La metodologia didattica è organizzata in modo da stimolare nel partecipante un processo di apprendimento creativo-emozionale attraverso il coinvolgimento e l’integrazione dei vari sistemi rappresentazionali, dei diversi stili e delle fasi di acquisizione ed elaborazione dell’esperienza. Il processo di apprendimento è di tipo teorico-pratico e si sviluppa attraverso la comprensione delle radici di ogni tematica affrontata di volta di volta (il perché), la presentazione approfondita delle nozioni in grado di formare la conoscenza (il cosa), la sperimentazione dei risvolti applicativi (il come)  e dei possibili sviluppi e implicazioni future attraverso lo studio di casi concreti (il se).

Sono previste le seguenti attività didattico-formative: esercitazioni; role play; schede tecniche; film didattici (visione dei film, feedback con integrazioni teorico-metodologiche, interazione di gruppo, modeling degli esempi di successo); lezioni frontali; sperimentazione diretta delle procedure e delle tecniche che si svolgerà attraverso l'esperienza personale,  l’approfondimento teorico,  l’apprendimento dell'intervento, della valutazione e del feedback, le sessioni di coaching creativo di gruppo

Bando di iscrizione

Le domande per il bando di iscrizione vanno inviate entro il 17 Maggio 2010 all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . Il Master avrà inizio il 07 Giugno 2010.

Chi sono i docenti?

Dott. Alessando Almonti, Prof. Giorgio Bressa, Dott. Piersergio Caltabiano, Dott.ssa Daniela Cannavale, Dott. Massimo Del Monte, Dott.ssa Isabella Dell'Aquila, Dott. Ivan De Paola, Dott. Marco De Gregorio, Prof.ssa Maria Teresa Giannelli, Prof. Zbigniew Formella, Dott. Hubert Jaoui, Prof.ssa Maria Rita Parsi, Dott. Simone Piperno, Prof. Nicolò Pisanu, Dott. Sergio Rampielli.

Per saperne di più: Istituto Superiore Universitario di Scienze Pedagogiche e Sociali “Progetto Uomo”, Strada Ortana n. 19, 01030 Vitorchiano (VT)
Tel. 0761.371045 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.masteripu.it

Posted in formazione

Commenti (0)

Lascia un commento

LOGIN_TO_LEAVE_COMMENT