Set30

Dipendenze: L’INTERCEAR in assemblea per valutare lo stato di salute delle Comunità per la tossicodipendenza.

Dipendenze: L’INTERCEAR  in assemblea per valutare lo stato di salute delle Comunità per la tossicodipendenza.

Il fine settimana scorso, si è svolta a Grosseto la seconda assemblea del Coordinamento Nazionale delle Comunità Terapeutiche INTERCEAR. La FICT ha partecipato all’assemblea, delegando come proprio rappresentante Paolo Merello, coordinatore della Regione Liguria. Hanno partecipato inoltre i Presidenti dei coordinamenti regionali delle seguenti regioni: Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Marche, Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna.

Il lavoro si è centrato sulla mappatura  dei servizi che i nostri Enti forniscono su tutto il territorio nazionale. Da tale rilevazione emerge che il nostro Coordinamento è  capillarmente presente su tutto il territorio Nazionale e quindi in grado di fornire servizi residenziali adeguati alle richieste di aiuto espresse nei diversi territori. Emerge però in maniera altrettanto chiara la forte differenza tra Nord e Sud del paese, sia nella normativa di riferimento che per la distribuzione delle risorse economiche.

La situazione monitorata desta molte preoccupazioni, alcune comunità hanno chiuso i battenti e al sud si assiste ad una sofferenza legata soprattutto all’insolvenza degli enti pubblici nel pagamento delle rette, necessarie per garantire il funzionamento minimo delle comunità.

Il coordinamento si è impegnato ad interessare il Presidente della conferenza delle Regioni, in quanto firmatario di un accordo che nell’anno 2009, avrebbe dovuto impegnare le Regioni ad assicurare il livello assistenziale minimo anche per i tossicodipendenti in trattamento.

Più di 7.000 utenti con le conseguenti famiglie e gli operatori di questo comparto chiedono di capire come poter affrontare insieme questo periodo di estrema crisi.

Non vogliamo aprire il catalogo delle lamentazioni però alcune situazioni emblematiche oggi non si possono tacere: al sud si registrano ritardi nei pagamenti che superano i 14-15 mesi.

Certi che in questi decenni di lavoro i nostri Enti hanno acquisito una forte competenza nel sistema di contrasto alle dipendenze chiediamo che la Conferenza delle Regioni ci consideri come interlocutore utile per le decisioni da prendere in questo settore, anche in ossequio ai diversi accordi che abbiamo firmato in molte Regioni.

Per il Coordinamento Intercea

Il Coordinatore: Dr. Umberto Paioletti

Posted in dipendenze

Commenti (0)

Lascia un commento

LOGIN_TO_LEAVE_COMMENT