Nov27

La FICT partecipa alla Conferenza internazionale sulle droghe in Vaticano, organizzata dal Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale

29 Novembre - 1 Dicembre, presso l'Aula Nuova del Sinodo in Vaticano

La FICT partecipa alla Conferenza internazionale sulle droghe in Vaticano, organizzata dal Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale

Con l’obiettivo di contribuire alla comprensione e alla ricerca di risposte appropriate al fenomeno delle dipendenze, il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale organizza una Conferenza internazionale sul tema “Droghe e dipendenze: un ostacolo allo sviluppo umano integrale”.

La Conferenza, che si terrà in Vaticano dal 29 novembre al 1 dicembre 2018, vuole dare una risposta all'appello del Santo Padre alla lotta contro i narcotici e una dimostrazione dell’impegno della Chiesa nel contrastare il problema delle dipendenze.

L'Avv. Luciano Squillaci, Presidente della Federazione Italiana Comunità Terapeutiche - FICT, interviene, come moderatore, il 30 Dicembre, nella V sessione della Conferenza sul tema della cura e del reinserimento e il prof. Nicolò Pisanu, Presidente dell’Istituto superiore universitario di scienze psicopedagogiche e sociali “Progetto Uomo” (Ipu) della Fict, sarà il moderatore della tavola rotonda sul tema delle dipendenze nella II sessione, il giorno 29 Novembre. (di seguito il programma della Conferenza)

Papa Francesco ha ribadito, in varie occasioni, che la piaga del traffico di droga, favorisce la violenza e diffonde i semi della sofferenza e della morte, e per questo richiede un atto di coraggio da parte della società.

Il panorama delle dipendenze si amplia, l’indifferenza e, al tempo stesso, la complicità indiretta a questo fenomeno, contribuiscono a distogliere dal problema l’attenzione dell’opinione pubblica e dei governi, spesso rivolta ad altre emergenze. Di fronte a eventi eccezionali, prevalgono soluzioni di emergenza piuttosto che una cultura della prevenzione capace di avere obiettivi, mezzi e risorse per garantire coerenza e stabilità nell'affrontare tali problemi. Il quadro attuale delle dipendenze dimostra in molti casi le lacune nella pianificazione, nelle politiche e nelle strategie di lotta al fenomeno. La Conferenza riunirà esperti provenienti da tutto il mondo, organizzazioni internazionali interessate, specialisti provenienti dalle chiese locali e coloro che operano nei centri di riabilitazione, per analizzare i complessi ambiti dell’uso e traffico di droga, così come le altre dipendenze, imparando dalle diverse esperienze e dalle pratiche migliori, sulla prevenzione, lotta, trattamento e riabilitazione. Il contributo del Dicastero si aggiunge agli sforzi di tutti coloro che operano nei diversi ambiti: politici, operatori sociali e sanitari, genitori, educatori, giudici e direttori di gruppi di azione.

La Conferenza punterà l’attenzione, tra le altre cose, sugli sforzi e sugli esempi di prevenzione, riabilitazione e reinserimento che portano le persone a scoprire la loro autentica dignità, sia di esseri umani che di membri di un’unica famiglia dei figli di Dio, elemento essenziale per la promozione di uno sviluppo autentico e integrale. Come ha giustamente scritto Paolo VI, si tratta di un processo a tutto tondo, che sia “volto allo sviluppo di ogni uomo e di tutto l’uomo”.

I partecipanti al convegno in Vaticano saranno ricevuti in udienza dal Papa, Sabato, 1 Dicembre.

Scarica il programma in pdf

 

di Redazione - Elisabetta Piccioni

Posted in approfondimenti, dipendenze

Commenti (0)

Lascia un commento

LOGIN_TO_LEAVE_COMMENT