Set13

Associazione “Con Arte e con parte”, Centro Trentino di Solidarietà e Villa S. Ignazio presentano: “VIAGGIATORI NEL BLU”

Venerdì 28 e sabato 29 settembre ore 20:30 - Teatro S. Marco, Trento

Associazione “Con Arte e con parte”, Centro Trentino di Solidarietà e Villa S. Ignazio presentano: “VIAGGIATORI NEL BLU”

Viaggiatori nel buio è frutto di un progetto di laboratorio-spettacolo teatrale effettuato con: gli operatori, i volontari, gli ospiti in cura terapeutica e per misure alternative alla detenzione carceraria del Centro Trentino Solidarietà, Villa S. Ignazio e Casa Famiglia (“progetto uomo”), sotto la direzione artistica di Emilio Frattini

Il teatro è qualcosa che non si ferma a noi. Ci dà soddisfazione di poter pensare che non lo facciamo solo per noi stessi e che invece regalerà emozioni a tutti quelli che vorranno condividere il viaggio… le città che ci abitano, le città che ci guardano, quelle che siamo, quelle che diventiamo, quelle che non siamo più, quelle perfette a cui tendiamo e quelle infernali da cui fuggiamo…

Sentieri di un labirinto in cui vivere i nostri segreti, i desideri, le metamorfosi e le nostre leggerezze; in cui accorgerci che l’inferno dell’indifferenza e delle abitudini ha una geometria chimica che ci fa specchiare e ci chiede una scelta.

Lo spettacolo cambia la prospettiva dello sguardo: ci invita ad allontanarci dalla quotidianità della città spersonalizzante e, sospendendo il giudizio su noi stessi, ci accompagna nei luoghi segreti dove abitano i nostri talenti da rivelare. Dove vivo? Chi sono? Da dove provengo? A cosa aspiro? Con chi mi relaziono con qualità? Qual è il mio prossimo viaggio? L’atmosfera teatrale ci coinvolgerà in modalità percettive profonde, perché la fantasia creativa molto spesso è una proiezione delle emozioni del corpo e delle immagini della memoria.

Entrare in contatto con tutto ciò che non è “inferno” per non sentirsi confusi, soli o sperduti, ma per sfidare il labirinto senza arrendersi, perché oramai siamo consapevoli che per tutti c’è un filo…!

Un viaggio che non facciamo da soli. Le sollecitazioni ci inviteranno a conoscerci, a stare insieme senza il timore di scontentare alcuno. Ciascuno porterà i propri significati, consapevoli delle molteplici differenze, senza vincite personali, ma con attenzione, curiosità e fiducia.

In un momento di generale imbarbarimento della società civile, credo che praticare un’arte come il teatro o semplicemente leggere poesia o ascoltare musica e danzarla o dipingerla, ci consente di attenuare questa sensazione di malessere che ci pervade, altrimenti destinata ad accompagnarci nel nostro tempo e a farci annegare nell’indifferenza e nella volgarità.

Interpreti

Alice Chisté, Anna Bacìa, Marika Rech, Matilda Bertoli Grandinson, Silvia Cozzini, Tania Morelli, Andrea Biesuz, Andrea Istel, Andrès Restrepo, Antonio Simula, Enrico Cattani, Giancarlo Santoro, Giuliano Bottura, Guido Astro, Simone Turato

Partecipano

I ragazzi della scuola di circo “Bolla di sapone”

Club La “Fourmie” scuola di danza

Arianna Avi

Elisa Gragnaniello

Gaia Filippi

Drammaturgia ideazione e regia: Emilio Frattini

Musiche: Marco Olivotto, Bruno Coli, Frank Zappa e Chet Baker

Luci: Luca Angeli

Fonica: Federico Maggipinto

Realizzazione ed elaborazione video scenografici: Studio raro di Roberta Di Filippo e Roberto Salvischiani

Immagini video-artistiche: Mauro Cappelletti e Stefano Tovazzi

Immagine manifesto di Paolo Tait

Si ringraziano per la partecipazione:

Associazione “Bolla di sapone” scuola di circo

Club “La Fourmie” scuola di danza

Si ringraziano per i contributi:

Fondazione Caritro

Ufficio Servizi Culturali della Provincia Autonoma di Trento

Assessorato alle Attività Sociali del Comune e della Provincia Autonoma di Trento

Posted in Dal Territorio

Commenti (0)

Lascia un commento

LOGIN_TO_LEAVE_COMMENT