Giu27

Una Storia di Storie" per i 35 anni del Centro di Solidarietà F.A.R.O.

Una  Storia di Storie

II Centro di Solidarietà  F.A.R.O. per festeggiare i suoi 35 anni di attività propone venerdì 29 Giugno, presso il Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, dalle ore 9.30, un incontro/dibattito per narrare i valori, l'identità e la storia di un servizio che opera a Messina dal 1983. L'evento è organizzato intenzionalmente  nella settimana in cui si celebra anche la Giornata Mondiale  per la Lotta alla Droga.

A spegnere 35 candeline e una realtà che negli anni ha dato risposte concrete ai fenomeni di dipendenza patologica. Tante le attività del Centro dalla sua fondazione: la presa in carico dei primi eroinomani  e delle loro  famiglie, l'ospitalità e l'assistenza ai soggetti sieropositivi, la sfida alle droghe prestazionali (di cui la cocaina  è l'emblema),  la definizione  di  percorsi riabilitativi per tossicodipendenti del circuito penale,l'esperienza della "doppia diagnosi" per tossicodipendenti con disturbi psichiatrici gravi, il lavoro con soggetti dipendenti dal gioco d'azzardo.

II titolo  scelto per l'incontro, "Storia di Storie", sottolinea  l'intreccio di vicende singolari in una trama più ampia che è  quella della comunità terapeutica: le storie dei singoli utenti (migliaia in questi anni) in una storia che dura da oltre tre decenni ed attraversa il problema delle dipendenze nei mutamenti sociali e generazionali.

II Centro festeggerà  questa ricorrenza incontrando pubblicamente coloro  che hanno contribuite a questa storia: la Caritas diocesana,l'Azienda Sanitaria Provinciale, il Tribunale di Sorveglianza, le associazioni "Le.Lat" e  "Santa Maria della Strada". Con i rappresentanti di queste realtà  si  rifletterà  sulla situazione attuale circa l'uso di sostanze nel territorio cittadino e sui "punti di contatto" nella clinica delle dipendenze tra Comunità terapeutica, Istituzioni e servizi territoriali.

All'incontro saranno presenti anche federazioni regionali e nazionali a cui il  Centro aderisce: il C.E.A.R.S. (Coordinamento Enti Ausiliari Regione Siciliana), l'lnterCEAR (rete nazionale degli enti ausiliari delle regioni italiane)  e la FICT (Federazione Italiana Comunità Terapeutiche). La presenza dei loro rappresentanti sarà occasione per ribadire quanta la tossicodipendenza sia un "dramma" che spesso la politica nazionale tralascia o pone in secondo piano. In particolare  si denuncia da tempo il ritardo normative, l'assenza di interlocutori istituzionali, la precarietà degli interventi di prevenzione (raramente organici e strutturali).

Dopo gli interventi programmati verrà dato spazio al confronto con la platea.

Posted in Dal Territorio

Commenti (0)

Lascia un commento

LOGIN_TO_LEAVE_COMMENT