carcere e legalità

Giu23

Tavolo ecclesiale dipendenze:"Per i tossicodipendenti il carcere sia extrema ratio.Prima percorsi alternativi che assicurino cura e reinserimento"

Roma, lunedì 26 giugno 2017 c/o FOCSIV - via San Francesco di Sales, 18

Il gruppo di lavoro istituito presso la Caritas Italiana, costituito da Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, Casa dei Giovani, CNCA, Compagnia delle Opere-Opere sociali, Comunità di Sant'Egidio, Comunità Emmanuel, FICT e Salesiani per il Sociale organizza il 26 giugno,Giornata mondiale della lotta all'abuso di droghe, un seminario a Roma

Per i tossicodipendenti che commettono reati il carcere deve essere l'extrema ratio perché non compatibile con la loro condizione. Prima occorre garantire loro la possibilità di accedere a percorsi alternativi che assicurino la cura e il reinserimento sociale. Questo il messaggio che il Tavolo ecclesiale dipendenze – insediatosi presso la Caritas Italiana e costituito da Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, Casa dei Giovani, Compagnia delle Opere-Opere sociali, Comunità di Sant'Egidio, comunità Emmanuel, Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA), Federazione Italiana Comunità Terapeutiche (FICT) e Salesiani per il Sociale – lancia in vista della Giornata mondiale della lotta all'abuso di droghe, che si celebrerà, come ogni anno, il 26 giugno prossimo.

Posted in carcere e legalità

Nov21

Si torna a parla di indulto ed amnistia

Da mesi si torna a parla di indulto ed amnistia.

Leggiamo che Papa Bergoglio ha chiesto “un atto di clemenza” in concomitanza con l’anno santo della Misericordia.

Intanto i provvedimenti di Giustizia riposano in attesa di una loro definizione.

Quello che sorprende è che la richiesta non si fonda sull'annoso problema del sovraffollamento carcerario che viene ritenuto in flessione. Si tratta di un dato che pur rispondendo, probabilmente, a criteri statistici può definirsi solamente relativo.

Posted in carcere e legalità

Nov21

Carceri, i problemi e le risposte dell'Italia dopo l'appello del Papa

di Simone Santi

Bergoglio ha chiesto "un atto di clemenza", in Italia la legge per le pene alternative è bloccata: le carceri non esplodono ma le criticità ci sono. Non passa mai di moda in Italia l'emergenza legata alla situazione delle carceri italiane.

Ma a rilanciare la questione in questi giorni è stato non un politico, ma Papa Francesco in persona, che ha chiesto un vero e proprio "atto di clemenza". Un messaggio che, arrivando da un pulpito tanto importante, ha subito smosso anche la politica, che sta in effetti pensando a un provvedimento su un settore, quello carcerario, in cui i disagi non mancano certo, anche se i numeri dell'affollamento sono in lieve miglioramento.

Posted in carcere e legalità

Nov11

Significato di condanna e riabilitazione per il detenuto tossicodipendente

Giornata di studio - Carcere e dipendenze: verso nuove procedure, organizzata dal Ser.T Casa Circondariale Genova Marassi ASL 3 Genovese

Il cittadino comune sembra avvertire, ogni giorno di più, un senso di resa nei confronti della lotta alla tossicodipendenza, ma non si tratta di un dato reale, solo di un senso di smarrimento degli operatori nel fronteggiare un fenomeno che si diversifica sempre di più, per cui i collaudati strumenti di intervento appaiono obsoleti. La sfida riposa nell’inventare con estrema rapidità contesti terapeutico/educativi adeguati alle nuove dipendenze.

Posted in carcere e legalità

Ago03

In memoria del Presidente Margara

Come cittadino detenuto colpevole, come ex detenuto, come cittadino libero, debbo molto all'intelligenza e alla fermezza di questo Magistrato, soprattutto in questo tempo di impegno e di responsabilità.

Ho conosciuto il Dott. Alessandro Margara come Direttore Generale del  D.A.P.  in più occasioni, ho avuto a che fare con l’Uomo e con il Giudice, in entrambi i casi ; il rigore non ha mai disgiunto strada alla sua umanità, né l’autorevolezza della sua vista prospettica armeggiare con gli scarponi chiodati dagli interessi di potere.

Posted in carcere e legalità

Giu13

La Federazione Italiana delle Comunità Terapeutiche e il sistema giudiziario

Il 10-11 maggio 2016 il nuovo Consiglio di Presidenza della F.I.C.T., presieduto dall'Avv. Luciano Squillaci, ha organizzato un incontro di due giorni a Roma a cui ha invitato Presidenti ed operatori dei Centri della Federazione affinché potessero confrontarsi su alcuni temi che le realtà affrontano quotidianamente, per parlare di strategie ed innovazioni, in modo da rispondere sempre più puntualmente alle crescenti emergenze sociali.

Posted in carcere e legalità

Mag26

Quarant'anni da sorvegliante

colloquio con Francesco Maisto a cura di Claudio Sarzotti

Un professore di Sociologia del diritto e un magistrato discutono del carcere della magistratura di sorveglianza in una società che cambia, mentre l'Ordinamento penitenziario compie quarant'anni.

Francesco Maisto è uno di quei giudici che hanno fatto la storia della magistratura di sorveglianza in Italia. Nel dicembre del 2015 ha lasciato l'incarico di Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Bologna ed è andato a riposo. Abbiamo rievocato con lui alcuni aspetti di quella storia.

Posted in carcere e legalità

Mar15

Carcere: Recupero o distruzione? Riparazione

Chi sbaglia paga è vero, ma la pena deve rispettare la dignità di ognuno e di ciascuno, perché rendere chi sconta la propria pena un disperato, significa alzare in percentuale la recidiva, nonché privare la società della dovuta sicurezza  e prevenzione.

Nel proclamare questo Giubileo speciale della Misericordia, Papa Francesco ha interloquito anche sul carcere ormai ridotto a un mero contenitore di numeri, di cose, di oggetti, che imprigiona e abbrutisce.

Di rieducazione, infatti, c’è traccia solamente in qualche operatore (debbo dire professionalmente avanti, senza mancare di quella umanità che mai dovrebbe venire meno) per’altro avvilito e in sottonumero.

Posted in carcere e legalità

Ago31

Sul concetto di giustizia e illegalità

Spesso FB è un inceneritore di risorse, nel senso che brucia la ragione delle tante ragioni di ognuno e di ciascuno, spinge sull'ammasso più che sul ripensare, lo fa perfino sul concetto di giustizia e legalità.

Posted in carcere e legalità

Ago03

Nel nome del popolo italiano

Sul carcere pregiudizi e spallucce più o meno pilotate da sempre hanno fatto fallire rinnovamento e ideale rieducativo

Me ne stavo disteso in piscina rilassato e tranquillo, acqua blu, un cielo ribaltato ai miei piedi.

Una giornata di sole e di riposo domenicale, ci voleva proprio, un bisogno feroce di staccare la spina, la necessità di rimanere in scia a quel dipinto tra le dita.

A pochi passi dal mio lettino, una coppia con qualche anno adagiato nei capelli, stanno parlottando con una loro conoscente incontrata casualmente pochi istanti prima.

Written by Vincenzo Andraous, Posted in carcere e legalità

Lug08

Carcere: Ma il carcere crea scarti e apolidi?

Mario (nome fittizio ma storia vera) dopo tre anni e mezzo di carcere, per tutta una serie di reati estorsivi (cavolate, ma recidivo), finisce la sua pena da detenuto e, finito questo percorso di comunità (anche il carcere è una comunità), pagato il debito con la giustizia (come si dice) cerca un posto dove collocarsi.

Uomo di mezza età, ha perso tutto. Proprio tutto. Anche i figli.

Written by don Gigetto De Bortoli, Posted in carcere e legalità, approfondimenti

Apr04

Carcere: Ergastolo è pena certa

Accade sempre in ogni epoca di crisi e di trapasso; chi sta al fondo del barile, all'ultima fila di sedie, inchiodato alla propria condizione per forza o per necessità, non sarà inteso come persona da trattare, ma un numero da contenere e incapacitare.

Carcere, sempre più carcere per risolvere problemi complessi che mettono in ginocchio una società, come a dire è sufficiente buttare via la chiave, omettendo di ricordare che prima o poi invece si esce da quella sorta di terra di nessuno, a volte con i piedi in avanti, altre con le proprie gambe, ma con lo sguardo che non ravvisa alcuna direzione.

Written by Vincenzo Andraous, Posted in carcere e legalità

Feb18

Carcere, verso una proposta di legge sulle misure alternative. Il gruppo di lavoro "La certezza del recupero" incontra alla Camera i parlamentari

Comunicato stampa dal Centro nazionale per il volontariato (Cnv)

Istituzionalizzare le misure alternative alla pena e favorire l'inserimento e l'accoglienza dei detenuti. E' questo l'obiettivo del gruppo di lavoro sul carcere "La certezza del recupero", che domani (mercoledì 19 febbraio) incontrerà a Roma i parlamentari per illustrare il percorso e le priorità di intervento. L'incontro pubblico "Carcere, verso la certezza del recupero. Il ruolo delle comunità educative di accoglienza: un disegno di legge" - promosso dal gruppo coordinato dal Centro nazionale per il volontariato insieme a Seac e Conferenza nazionale volontariato giustizia – si terrà alla Camera dei Deputati (Palazzo Marini, Sala della Mercede, ore 11).

 

Posted in carcere e legalità

Feb12

Carcere: "I cuscini puzzano di sudore"

L’anno 2014 è iniziato da qualche giorno, suona la campana a morto per qualche disgraziato garrotato dal meccanismo perverso che il carcere mantiene, per poi vergognarsene senza pudore.

Un altro poveraccio se ne è andato con le gambe in avanti, un’evasione silenziosa, che non fa rumore come quell'altra con lima e lenzuola annodate, da qualche tempo s’evade così, con corda e sapone, senza documentazione, privati persino della propria storia personale, quella che non è mai raccontata per quella che è.

Posted in carcere e legalità

Gen03

Carcere: Un “intervento chirurgico” sul sovraffollamento carcerario

Il decreto legge 23.12.2013 n. 146

La parola svuota-carceri mi porta alla mente un’operazione di pulizia che risponde più alle  logiche di creazione di spazi abitabili che non di politica criminale. E’ per questo che preferisco non usare una terminologia tanto riconosciuta quanto inadeguata ad uno stato civile.

Written by Marco Cafiero, Posted in carcere e legalità

Dic18

FICT: "Approvato il decreto legge sulle carceri"

Nuovi diritti per i tossicodipendenti, ma saranno esigibili?

In Italia, oggi i detenuti in carcere sono 63.657 e il tasso di sovraffollamento resta sopra il 140% il più alto dell’UE. Con l’approvazione del decreto legge sulle carceri, che intende alleggerire e migliorare tale situazione, si prevede che nei prossimi mesi usciranno 1700 detenuti.

Posted in carcere e legalità

Ott09

Carcere: La legge da sola non risolve il problema, da sola non educa…

dichiarazione di Don Battaglia, Presidente FICT

Don Mimmo Battaglia, Presidente della F.I.C.T.  -  Federazione Italiana delle Comunità Terapeutica, in merito al messaggio del Presidente Napolitano per ribadire la necessità che il Governo assuma iniziative efficaci per porre rimedio al problema del sovraffollamento carcerario, dichiara:

Posted in carcere e legalità, approfondimenti

Set20

Legalità: Quale pena per i reati minori di droga?

Riflessione sul quesito per i reati minori di droga dei Radicali

Ho cercato di leggere con attenzione il testo del quesito del Referendum proposto dai Radicali circa l’abrogazione parziale degli artt. 73 c. 5 e comma 5 bis del D.P.R. 309/90.

Per i non addetti ai lavori si tratta di eliminare la pena detentiva nelle ipotesi di lieve entità di detenzione di sostanze stupefacenti non destinate al proprio consumo personale..

Written by Marco Cafiero, Posted in carcere e legalità

Set02

Carcere: La svuota carceri

Sono i giorni di chi parla della "svuota carceri", di buonismo e lassismo, di leggi improponibili, di idee malsane, di orde barbariche scorazzare in strada, di migliaia di delinquenti liberi di interpretare la libertà come una prostituta, di penitenziari svuotati irresponsabilmente di ogni utilità e scopo.

La “svuota carceri” è passata, gli istituti a parere di qualcuno rimarranno privi di carne sottovuoto spinto, di scatole accatastate, di numeri confusamente sconosciuti ai più.

Posted in carcere e legalità

Giu25

Giustizia penale: La pena educativa

Sembra che il Governo abbia aperto gli occhi sui veri problemi della Giustizia penale e, di conseguenza, sul sovraffollamento carcerario. Sì, perché era difficile poter disgiungere i due problemi ed affrontarli con angolazioni differenti.

Ci aveva provato sommessamente il Ministro Severino ma il tempo è stato tiranno ed ancor più lo è stata la nostra instabilità politica.

Posted in carcere e legalità

Mag22

Evento: Il SEAC organizza il Convegno "Non è giustizia." Il senso della pena per Carlo Maria Martini

31 maggio 2013 - Reggio Calabria

A nove mesi dall'assenza di Carlo Maria Martini, il SEAC organizza il convegno "Non è giustizia". Il senso della pena per carlo Maria Martini, il 31 maggio 2013, presso l'Auditorium Lucianum, via Monsignore de Lorenzo 30/A, ore 9,30 - 18.00. Il convegno vuole ricordare la figura straordinaria di un testimone del nostro tempo.

Posted in carcere e legalità

Mag08

Carcere e legalità: "La dicotomia tra l’intervento nei confronti del tossicodipendente e le norme penali

Intervento al Convegno “ Il Ser.t in Tribunale – Intervento di prevenzione e cura della tossicodipendenza nel processo per direttissima

L’aver collaborato con il Ser.t dell’Area Penale dell’Asl3 Genovese alla realizzazione del progetto “La cura vale la pena” – ora “Il Ser.t in Tribunale” ha rappresentato per me una forte presa di coscienza sulla necessità di lavorare con il tossicodipendente per una cultura della legalità e della riparazione.

Mi sono reso conto che l’inserimento in un progetto di recupero passa sempre attraverso un momento doloroso, per il consumatore per la famiglia, per la cerchia di persone che gravitano intorno al tossicodipendente.

Posted in carcere e legalità

Apr30

Il coraggio della normalità

Qualche giorno fa c’è stato un incontro in una scuola, autorevole il relatore intervenuto, uno di quelli che per fare il proprio dovere di cittadino, di persona impegnata a rispettare il proprio territorio, etica e legalità, da molti anni è costretto a spostarsi sotto scorta, a vivere nello stretto, a pensare e agire con i polmoni in debito di ossigeno.

Posted in carcere e legalità

Gen07

Carcere: "Suicidi e sconfitte sociali"

 

In una settimana due persone hanno tentato di ammazzarsi, due detenuti dello stesso penitenziario.

Tra tanti che riescono nell'intento di farla finita, in questi due accadimenti non è andata così, nel primo caso la prontezza di intervento degli Agenti di Polizia Penitenziaria ha consentito di arrivare per tempo,  il detenuto è in fin di vita, ma ancora vivo. Nel secondo caso la prontezza di riflessi dei compagni di cella hanno letteralmente sradicato dal buco nero più profondo il compagno dai passi perduti.

 

Posted in carcere e legalità

Nov20

Carcere: "La Consulta riscopre la proporzionalità della pena"

 

Ci sono voluti sette anni per vanificare quell’aspetto deteriore della Legge Cirielli che andava ad intaccare l’impianto “salvifico” della riforma al Testo Unico sulle tossicodipendenze del febbraio 2006.

Dal primo momento abbiamo evidenziato come la concomitante approvazione di due normative, così in contrasto tra loro, rappresentasse, non solo un errore grossolano, ma la incapacità di adottare una politica sanzionatoria funzionale e funzionante sull’utilizzo di sostanze.

 

Posted in carcere e legalità

Ott11

Carcere: "Considerazioni sul sistema carcerario italiano"

Il Presidente Napolitano tuona, giustamente, contro la vergogna del nostro sistema carcerario. Ma non è il primo a farlo, sono anni che il problema torna a tormentare le coscienze, a fasi alterne.

Il Ministro della Giustizia, fin dal momento del suo insediamento ha fatto comprendere come le stia a cuore la risoluzione della vicenda, trattata, fino a questo momento, sempre con mota leggerezza e sbrigatività. Leggasi indulto di mezza estate. Ma, soprattutto, ci ha fatto capire la sua intenzione di non limitarsi a slogan ma di rispondere con coscienza ai problemi della Giustizia.

Written by Marco Cafiero, Posted in carcere e legalità

Set25

Carcere: DAP allarme alto

fonte: ADUC

 

Fra vecchie e nuove droghe resta alto l'allarme tossicodipendenza in carcere. E i numeri parlano chiaro: sono oltre 91, dal gennaio di quest'anno, le operazioni antidroga compiute all'interno dei penitenziari italiani mentre la percentuale di tossicomani non accenna a diminuire, rimanendo stabile al 25% sul totale dei detenuti, come testimonia una ricerca del Dipartimento amministrazione penitenziaria (Dap).

 

Posted in carcere e legalità

Ago28

Carcere: L'eufemismo dell'inferno di Dante

 

L’estate è sbilanciata in avanti, le temperature alzano il tiro, i corpi ammassati tentano disperatamente di resistere, i malati più deboli muoiono, quelli più sani combattono dentro una resistenza senza riparo, altri stanno lì senza il più piccolo sollievo, nè capacità di avvertire la propria colpa.

Il carcere non è più spauracchio dell’illegalità, strumento deterrente, non è più ultima trincea a difesa di ogni libertà. E’ diventato altro, come Dante e il suo inferno sono diventati un mero eufemismo, e Benigni  un cantore in disuso, entrambi non più corrispondenti alla disperazione di un luogo perduto alle coscienze.

 

Posted in carcere e legalità

Lug04

Carcere: Dove la giustizia spesso arranca

Nelle classi scolastiche i più giovani non sanno nulla o quasi dell’istituzione carcere, della pena, della privazione della libertà, se non quanto gli viene propinato dai film, dai fumetti, dalle cronache spesso riduttive.

Le persone mature, agenti sociali responsabili, forse ne sanno qualcosa di più, dico forse perché oppressi dall’insicurezza: da una parte la precarietà lavorativa e ideale, dall’altra la scarsezza di fondi, di interventi, che spostano l’attenzione dove non c’è luce per meglio vedere.

Posted in carcere e legalità

Giu15

Carcere: "Diseducare alla stanzialità sociale "

 

Ancora slogans, cartellonistiche suicidiarie, a fare gran voce, a scrivere frasi che non si leggono sulla carta bianca, ma stanno in alto dove gli occhi fanno fatica a schiudersi.

In una Italia costretta pecoroni, ridotta a elemosinare, urtata e ferita da aggettivi indecifrabili: esodati, marginalizzati, effetti-eventi, critici-collaterali,  manca che pure la galera, con i suoi detenuti, si metta a imprecare sul precariato imposto alla dignità depredata, quale ulteriore inferno alla condanna da scontare.

 

Posted in carcere e legalità

Mag10

Droga e carcere: prosegue l’impegno del Dipartimento e di Serpelloni

 

Continua l’attività del Dipartimento Politiche Antidroga, la cui delega è affidata al Ministro per la Cooperazione Internazionale e l'Integrazione Andrea Riccardi, per incrementare l’utilizzo del ricorso alle misure alternative alla carcerazione delle persone tossicodipendenti recluse. Il progetto “Droga e Carcere”, attivato da questo dipartimento, ha attivato il suo percorso nelle varie città italiane con l’incontro tra magistrati di sorveglianza, operatori UEPE, (Uffici esecuzione penale esterna)  direttori dei carceri, rappresentanti dei servizi delle Dipendenze e le Comunità Terapeutiche, nel corso del quale è stato proposto  un  nuovo protocollo operativo che si basa  sul miglioramento del coordinamento delle forze in campo al fine di ridurre i tempi di attivazione delle pene alternative e di aumentare il numero dei fruitori.

 

Posted in carcere e legalità, dipendenze

Mar30

Carcere: Ortopedia penitenziaria

La conferenza sul carcere è terminata da qualche giorno, qualcosa mi rimanda a quanto abbiamo ascoltato, detto e risposto. Qualcosa sta di traverso, come se l’incontro svolto poggiasse le gambe su un tavolo tarlato, su un interrogativo che scava.

Dialogare sul valore della pena, della legalità, della giustizia, nasce da una esigenza profonda di sapere, di conoscere,  per contribuire al bene comune, oppure è il risultato di una curiosità, dettata da una morbosa disattenzione. per fare qualcosa di diverso, un rumore, un ritmo, una specie di crociera da spendere per passare in rassegna le isole del castigo,  negli spazi dove si è obbligati a pagare il proprio debito con la società.

Written by Vincenzo Andraous, Posted in carcere e legalità

Gen30

Giustizia: Ancora una riflessione sul sovraffollamento carcerario

 

Ancora una riflessione sul tema del sovraffollamento carcerario è indotta dalla lettura dell’intervento del Guardasigilli Paola Severino in occasione della inaugurazione dell’Anno Giudiziario 2012.

Pare proprio che la maggior preoccupazione dell’attuale Governo riguardi la condizione delle nostre carceri. Una preoccupazione che è sempre stata ventilata, senza tuttavia una presa di posizione decisa. Tutte le buone intenzioni sono naufragate nel mare dell’inefficienza e della scarsa volontà politica, come ho avuto a ribadire ancora recentemente.

 

Posted in carcere e legalità

Gen20

Giustizia: l’amnistia necessaria… una risposta ad Alessandro De Nicola

fonte: Ristretti Orizzonti

Alessandro De Nicola, in un articolo dal titolo “Dura Lex sed Lex” apparso sul settimanale L’Espresso del 4 gennaio 2012, manifesta la sua contrarietà a qualsiasi provvedimento di clemenza nei confronti dei detenuti.
De Nicola ammette l’esistenza di un’emergenza carceri, ma pensa che l’amnistia non sia la soluzione migliore e che, anzi, possa mettere in pericolo la sicurezza dei cittadini.

Posted in carcere e legalità

Gen19

Carcere: Riflettiamo sul sovraffollamento carcerario...

 

Il dibattito sul problema del sovraffollamento carcerario rischia di diventare ridondante. Le troppo numerose voci che si affannano a trovare la ricetta, in realtà, non tengono in considerazione alcuni elementi fondamentali. Amnistia si, amnistia no, indulto parziale, aumento dell’accesso alle misure alternative, formule riparatorie di vario genere.

 

Written by Marco Cafiero, Posted in carcere e legalità

Gen17

Carcere: Il carcere delle parole e delle assenze

Nuova edilizia penitenziaria, otto per mille per ristrutturare gli istituti di pena, porte girevoli da arginare, condanne residue da scontare agli arresti domiciliari-penitenziari, nessun indulto né amnistia per tentare di consolidare un senso di giustizia equa a una disumana ingiustizia.
Rimangono ancora tanti problemi e non di poco conto sul carcere italiano, i troppi extracomunitari da riconsegnare ai propri paesi, la miriade di tossicodipendenti abbandonati dentro le celle in attesa della prossima tirata, del prossimo buco, l’esercito di persone miserevoli con le tasche vuote, tanti rumori nella testa, la sofferenza nel cuore da curare, da accompagnare fuori da un carcere che non si piega a nessuna  utilità, scopo e prevenzione sociale.

Written by Vincenzo Andraous, Posted in carcere e legalità

Nov28

Carcere fondante lo Stato di diritto

Se qualcuno volesse soppesare il mal di pancia di un paese, il malessere-disagio sociale che recide il valore delle relazioni, è sufficiente smanettare nella rete, saltellando da un blog all’altro. C’è un po’ di tutto, il furore e la rabbia di un popolo di delusi, e c’è pure poca conoscenza, un metodo artigianale dell’imparare, poco propenso a educarci a conoscere quanto ci circonda.

Posted in carcere e legalità

Nov08

Carcere: "La giustizia giusta"

 

Una studentessa mi ha chiesto cos’è la Giustizia, quale giustizia alberga nel cuore di una società, quanta giustizia c’è nella vita di un cittadino libero e di un altro detenuto.

La domanda è venuta perché la giovane ha chiesto collaborazione per la sua tesi di laurea incentrata sulla effettiva possibilità di una risocializzazione carceraria.

 

Posted in carcere e legalità

Ott04

Carcere: Non auguro questo carcere

 

In questi giorni sento dichiarazioni importanti da parte di uomini autorevoli, leggo lettere drammatiche scritte da persone detenute, che fino a ieri erano riferimenti certi per l’intero paese. Uomini di comando e di strategia politica incappano negli errori propri, nelle malefatte agite alle spalle, nei ripieghi del denaro che non fa prigionieri, scivolano dentro una cella dove rasentano la follia di una giustizia in solitudine, una legalità presa per il bavero, una equità che veste i panni del clown.

 

Written by Vincenzo Andraous, Posted in carcere e legalità

Set29

Carcere: SEAC organizza 44° Convegno Nazionale: "Dal carcere alle misure alternative. La dignità dei soggetti in esecuzione penale"

24-26 Novembre 201, Istituto Suore Maria Bambina, Via Paolo VI, 21- Roma

L’insostenibile situazione delle carceri obbliga ad una seria riflessione sulle indicazioni costituzionali sulla legalità e sulla finalizzazione della pena, come ci sono consegnate dall’art. 27 della Costituzione. Per riportare al centro questi principi, è inevitabile richiamare l’importanza di un rilancio delle misure alternative alla detenzione, che dovrebbero esplicitarsi come una modalità ordinaria per la finalizzazione riabilitativa dell’esecu-zione penale, come varie sentenze della Corte Costituzionale hanno ribadito, insieme a vari rilievi verso le situazioni di rigidità che contrastano con il principio di flessibilità della pena, nel tentativo di rimuovere le prime per riaffermare detto principio.

Posted in carcere e legalità

Set06

Carcere e legalità: Perché dico NO alla legge sull' omicidio stradale (e SI alla prevenzione dei problemi alcol correlati).

di Gabriele Sorrenti

Noto senza stupore che ha eccitato molti animi la proposta di istituire il reato di omicidio stradale avanzata, curiosamente il giorno di ferragosto all' ora di pranzo, dal Ministro dell' Interno Maroni (il fautore, fra l'altro, del respingimento in mare di esseri umani che non si sa che fine faranno e che forse moriranno disperati tra i flutti). L'argomento non mi appassiona particolarmente ma per non assecondare il principio del silenzio-assenso in materie di mio interesse, ho deciso di provare ad argomentare il mio dissenso rispetto a tale proposta.

Posted in carcere e legalità

Ago02

Carcere e Network

Qualche tempo addietro al Centro Servizi Formazione di Pavia s’è tenuto un workshop sul tema del reinserimento dei detenuti, sull’importanza  della rete a lavorare all’insegna dell’integrazione e della concertazione delle risorse disponibili.
Il padrone di casa,  Dott. Riccardo Aduasio, ha sottolineato che  fare rete intorno ai bisogni della persona consente di accrescere l’efficacia  degli interventi evitando che possano trasformarsi in disagio, se non addirittura in esclusione sociale. Perché l’agire congiunto è strumento vincente per raggiungere obiettivi  di qualità, non solo per i beneficiari degli interventi ma anche per gli stessi componenti della rete.

Written by Vincenzo Andraous, Posted in carcere e legalità, Dal Territorio

Mag26

Carcere e legalità: "Eroi di tutti i santi giorni"

E’ trascorso qualche anno, acqua ne è passata molta sotto i ponti che accolgono e accompagnano i riesami, i mutamenti, le nuove condotte sociali.
Il delitto è chiaramente un crimine odioso,  inaccettabile, per cui occorre una  Giustizia giusta, ma che rappresenti la pena come un tragitto di vita, che al suo declinare espliciti forza e umanità sufficienti, per ricomporre quell’inalienabile istanza che lega e salda le persone: la solidarietà sociale.

Written by Vincenzo Andraous, Posted in carcere e legalità

Apr18

Alcol e Carcere: "Ebbri alla guida, lavoro invece del carcere"

La convenzione stipulata tra il Ceis e il tribunale reggiano

Guidare in stato di ebbrezza rimane un reato grave per sè e per gli altri, ma scontarlo facendo del bene agli altri farà bene anche a se stessi. Sembra un gioco di parole ma un gioco non è: d'ora in poi gli automobilisti condannati a sanzioni penali perchè positivi al test su alcol o stupefacenti potranno chiedere di sostituire il carcere con lavori di pubblica utilità presso le strutture del Ceis. La convenzione è stata firmata proprio dal Ceis di don Giuseppe Dossetti con il Tribunale di Reggio, presieduto da Francesco Maria Caruso e la prima convenzione, con lo zampino dell'avvocato Paolo Fioroni è già attiva per un reggiano processato dal tribunale di Verona.

Posted in carcere e legalità, Dal Territorio, alcol e cocaina

Mar01

Carcere e legalità: "Perché l’amnistia?"

La situazione penitenziaria viaggia sempre di più verso il collasso. Su queste pagine ho cercato di affrontare il problema provando ad esprimere un pensiero che tenesse conto delle esigenze di sicurezza della collettività e di quelle costituzionali, che ravvisano nell’esecuzione di una pena detentiva un momento di riflessione e di cambiamento dell’autore di reato.

Mi rendo conto che la coniugazione di queste istanze si rivela sempre più difficile ma non impossibile. Mi sembra che lo Stato si arrenda di fronte ad un problema di politica criminale apparentemente contraddittorio, in realtà assai più semplice, abbandonando una serena riflessione sulla costruzione di percorsi diversi ugualmente contenitivi ma forieri di risposte educative e preventive.

Posted in carcere e legalità

Feb03

La fuga e la coscienza

Forse ora è possibile riflettere sul caso Cesare Battisti con più cura e attenzione per le persone ferite, per quelle che non ci sono più, e parlarne senza l’obbligo della violenza verbale, dell’invettiva  che buca il video.
In questa vicenda così poco onorevole, giuridicamente, mediaticamente, l’unica cosa certa è la condanna passata in giudicato, la sentenza definitiva a seguito dei tre gradi di giudizio, l’ergastolo erogato.
Battisti un imputato politico, un delinquente comune, il risultato di una risoluzione politica lungi dall’essere stata riconciliata e quindi accettata come tale.

Written by Vincenzo Andraous, Posted in carcere e legalità

Gen04

Riconsegnare alle persone il loro valore

di Vincenzo Andraous

C’è un collante misterioso che tiene insieme tragedie che in apparenza sembrano differenti.
Un cittadino detenuto si toglie la vita dentro un carcere sempre meno umano e vivibile.
Un ragazzo va in coma etilico alle nove del mattino, un altro in overdose nel pomeriggio.
Adolescenti in gruppo picchiano e rompono nasi e denti, devastano cose e proprietà, mettono sotto coetanei e coetanee con l’arma della violenza, della prepotenza, del sopruso, infagottati da un’omertà appresa qua e là.

Written by Vincenzo Andraous, Posted in carcere e legalità

Dic16

La legge svuota carceri

Dove eravamo rimasti?

Parlavamo di criticità della politica penitenziaria: nonostante la c.d. “legge svuota carceri”, siamo rimasti allo stesso punto. Continuiamo ad essere critici nei confronti di palliativi che non rispondono alla logica sanzionatoria di uno stato moderno. Siamo ancorati ad un sistema retributivo che solo di fronte a situazioni di emergenza – pressochè continue – sforna risposte demagogiche e prive, quanto meno, di risvolti pratici.

La legge Alfano interviene in un momento di particolare collasso del sistema penitenziario a ridosso delle festività natalizie, proprio come accadeva nella torrida estate del 2006 allorchè il Ministro Mastella varava l’indulto nei primi giorni di agosto.

Written by Marco Cafiero, Posted in carcere e legalità

Ott21

L’ultima sul carcere

Remigio (nome cambiato) è una persona tossicodipendente pluri problematica, con sofferenza psichica che lo spinge a essere insistente, scontento, depresso, auto lesionista.

Written by don Gigetto De Bortoli, Posted in carcere e legalità

Ott05

Una politica penitenziaria più economica

di Marco Cafiero

“Nell’arco di un triennio edificheremo undici nuove strutture carcerarie”.  Questa è l’affermazione del Dr. Franco Ionta, capo del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria

 

Posted in carcere e legalità

Feb19

Gli atteggiamenti della società verso le forme di violenza e le alternative al carcere - di Mauro Palma

La pena è diretta a una doppia utilità, quella della prevenzione e della difesa sociale e, quella del reinserimento del condannato, quest’ultima anche garanzia di maggiore tutela sociale.

LA PRIVAZIONE DELLA LIBERTÀ E IL CONTROLLO SU DI ESSA

Come elemento introduttivo alla nostra discussione permettetemi di chiarire quale è il mio punto di osservazione del sistema penale in Italia e negli altri paesi europei, attraverso un breve illustrazione delle caratteristiche del Comitato che ho l’onore di presiedere a Strasburgo: il Comitato europeo per la prevenzione della tortura, dei trattamenti e delle pene inumani o degradanti (CPT).

Posted in carcere e legalità

Gen08

Reinserimento sociale e prevenzione della recidiva - di Marco Cafiero

Presentato al Salone della Giustizia di Rimini il Rapporto educativo delle Comunità terapeutiche nel percorso penale dei tossicodipendenti.

E' trascorsa qualche settimana dallo svolgimento del “Salone della Giustizia” di Rimini, ma sono ancora vivi gli echi di una kermesse che ha inteso presentare fieristicamente i più importanti aspetti della nostra Giustizia nella cornice, piuttosto piovosa, della riviera romagnola, lontana dai divertimenti estivi, forse più vicina a Federico Fellini.

Posted in carcere e legalità