Apr09

Carcere/ Scacco matto in tre mosse

In questi giorni qualcuno ha scritto: “Penso che il carcere sia un’invenzione stupida perché non migliora ma invece peggiora i suoi abitanti, non stimola  nessuna riconciliazione fra vittima e carnefice. Inoltre, dopo tanti anni di carcere scontato, la pena non ha più nulla a che vedere con il recupero sociale”.

Posted in carcere e legalità

Apr09

Centro di Solidarietà di Reggio Emilia Onlus: Parliamo d'alcolici con Alessandro Sbarbada

In occasione del mese d'aprile per la prevenzione alcologica indicato dall'OMS

Vino, birra e superalcolici sono i protagonisti della più massiccia disinformazione nei confronti di una sostanza di comune consumo: l'alcol. Gli effetti benefici dell'alcol non sono sostenuti da rigorose ricerche scientifiche, ma dall'interesse di una lobby di produttori, politici e giornalisti. Scoprirete che l'Organizzazione Mondiale della Sanità dichiara che meno alcol si beve meglio è, che anche piccole quantità comportano rischi e che non esiste motivo legato alla salute per consumare alcolici. Anzi l'alcol è la seconda causa di cancro dopo il fumo, è la prima causa di morte tra i giovani, aumenta fino a 380 volte il rischio di incidenti d'auto, provoca il 10% dei ricoveri ospedalieri e ci costa ogni anno almeno quanto una finanziaria.

Mercoledi 11 aprile 2018 - Via Codro 1/1 - Reggio Emilia, ore 20.30

Posted in Dal Territorio

Apr09

CONVEGNO/Valorizzazione del percorso educativo nella società complessa. Formazione degli insegnanti mirata alle strategie per la ricomposizione e la mediazione dei conflitti all’interno della Scuola e/o della classe

Sabato 28 aprile 2018 – Firenze, Biblioteca delle Oblate “Sala storica” - Via dell’Oriuolo, 24 - Firenze

Contenuti e finalità

Il Convegno, una vera e propria giornata di riflessione e formazione, si propone di analizzare l’importanza che assume la strategia organizzativa e gestionale dell’Istituzione scolastica nelle sue componenti professionali, dalla dirigenza al corpo docente, non solo per risolvere conflitti ma anche, per il riflesso che questi assumono nel percorso educativo, per la qualità del rendimento didattico nei confronti degli alunni e delle famiglie.

Posted in Dal Territorio

Apr03

Biblioteca/ I quattro codici della vita umana. Filialità, maternità, paternità, fraternità

di Ignazio Punzi, San Paolo Edizioni

La misura del livello di interiorizzazione dei codici filiale, materno, paterno e fraterno determina il grado di armonia e maturità che abbiamo raggiunto. Per armonia e maturità intendiamo la capacità di accogliere e offrire vita, di avere cura di sé e degli altri, di nutrire la propria interiorità, di vivere tutti gli eventi in maniera evolutiva, di abitare il conflitto in maniera generativa, di elaborare le perdite, di riconciliarsi con la propria storia, di perdonare e perdonarsi, di innovarsi e rigenerarsi, di vivere la fedeltà al proprio desiderio, di sentirsi responsabili nei confronti di chi ci è accanto e dell'ambiente naturale nel quale viviamo. Questo libro offre un modello antropologico conoscitivo e operativo per stare dentro tali processi con una consapevolezza e un'interiorità nuove.

"QUANDO A VEDERE E' IL CUORE

Il primo tratto del codice fraterno è essere capaci di vedere la persona che ti sta accanto. Vedere è stabilire un dialogo tra le profondità silenti dell’altro e il cuore di chi guarda.  Gli occhi guardano, ma a vedere è sempre il cuore. Vedere è dire all'altro «tu per me esisti»." (p. 126)

Posted in biblioteca

Mar14

Convegno Caritas - La Ricerca “Non diamo spazio all’HIV! – ContagiAMI LA VITA”

Nell'ambito delle celebrazioni per i 25 anni di casa “Don Venturini”

Giovedì 15 marzo, nell’ambito delle celebrazioni per i 25 anni di fondazione della casa accoglienza per malati di aids “Don Venturini”, l’associazione “La Ricerca” e la Caritas diocesana chiamano a convegno la comunità piacentina, in particolare i giovani – studenti delle Superiori e universitari - e operatori del mondo sociosanitario, per tenere sempre viva l’attenzione su un fenomeno che non si è per nulla affievolito, anzi la diffusione del virus dell’aids è aumentata con il dilagare dell’indifferenza il più delle volte dettata dall’ignoranza e dalla scarsa consapevolezza del rischio  di contagio con la conseguente  mancata adozione di idonee misure di prevenzione: i più giovani, i ragazzini di ultima generazione – viene purtroppo ancora confermato - non sanno che cos’è l’aids, perché non se parla quasi più come invece avveniva quando si era manifestato il fenomeno e fino ad una ventina d’anni fa. Gli adulti, da parte loro, tendono a ritenersi immuni dal contagio, basandosi sull’errata convinzione che il pericolo riguardi solo categorie specifiche, un’illusione dettata dallo stigma sull’omosessualità e sulla tossicodipendenza. Ma non esistono categorie esenti dal rischio di contrarre l'infezione.

Posted in Dal Territorio

Mar12

A COLLOQUIO CON FRANCO FERRAROTTI

L’Istituto Universitario Progetto Uomo di Montefiascone accoglie il fondatore e decano della Sociologia italiana.

Lo scorso 8 marzo, la sala Innocenzo III della Rocca dei Papi di Montefiascone ha ospitato un incontro dal titolo “Il viaggiatore sedentario. Fuori dalla “rete” e dentro sé stessi”, presieduto dal celeberrimo sociologo Franco Ferrarotti.

L’evento, voluto e curato dall’Istituto Superiore Universitario Progetto Uomo (IPU), si è trasformato in un’occasione di dialogo e confronto tra questo prezioso testimone della storia e della cultura italiana e gli studenti dell’università che, insieme agli allievi degli Istituti Orioli e Santa Rosa di Viterbo, sono stati invitati ad esprimersi sugli argomenti trattati.

Mar07

Il Ponte di Civitavecchia inaugura la nuova struttura: "La Formica", ultima opera di Don Egidio Smacchia verso le persone in difficoltà

L'8 Marzo alle ore 12,00, si terrà una Conferenza Stampa nel salone del nuovo centro di ascolto "La Formica" sito a Civitavecchia, in Via Isonzo n.34, per annunciare l'inaugurazione della nuova struttura: "La Formica". L'inaugurazione si svolgerà il giorno 10 Marzo, alle ore 10.30.

Posted in Dal Territorio

Mar07

Il Centro Trentino di Solidarietà onlus organizza la presentazione del libro FEMMINICIDIO di Marco Monzani, Marcello Paiar, Maristella Paiar

Giovedì 8 marzo 2018 - ore 20.30 - Casa Lamar, via Alto Adige n. 20 - Trento

“Lo studio legale Paiar presenta il libro della nuova collana di Psicologia Divulgativa, diretta dallo psicologo clinico e forense, dott. Michele Facci dal titolo “Femminicidio”, testo scritto per far comprendere al meglio il fenomeno dell’abuso e della violenza sulle donne.

Il libro analizza in dettaglio il fenomeno del femminicidio indagando le variabili psicologiche, criminologiche e legali implicate. Un testo sia per i professionisti dell’area socio-sanitaria come medici, psicologi, assistenti sociali ed educatori, criminologi e giudici.

Posted in Dal Territorio

Feb27

Comunicato Stampa FICT: Luciano Squillaci, presidente FICT, afferma: "siamo costretti ad informare tutti che la politica si è dimenticata della droga

La FICT ha inviato ai candidati alle elezioni politiche 2018 un documento condiviso con tutti i Centri federati affinché la questione delle dipendenze fosse messa al centro delle priorità, chiedendo alle forze politiche di sottoscrivere in modo preliminare tre questioni fondamentali

Questi tre punti, divulgati ampiamente anche dai nostri Centri su tutti i territori, a livello nazionale sono stati sottoscritti soltanto da due esponenti politici: uno appartenente a Fratelli d'Italia e l'altro al Partito Democratico. Altri candidati politici hanno risposto che: "a causa dei tanti impegni dovuti alla campagna elettorale, non potevano dare la loro disponibilità al momento".

 

Posted in approfondimenti

Feb13

La cura al bando

Quando a decidere le sorti delle persone e delle strutture sono le gare d’appalto

Talvolta l’onda burocratico-amministrativa spazza via prassi consolidate che vedono pazienti psichiatrici o afflitti da altri disagi perdere persone di riferimento, in genere Educatori con i quali hanno stretto significative relazioni, perché il funzionario /dirigente di turno confonde la Sanità con la pulizia delle strade e apre bandi … naturalmente al ribasso e, comunque, estranei ad ogni considerazione di “cura”.

Written by Nicolò Pisanu, Posted in formazione

Feb12

La FICT chiede alle forze politiche un impegno chiaro sulle dipendenze

Luciano Squillaci, Pres. FICT, chiede alle forze politiche di sottoscrivere in modo preliminare tre questioni fondamentali sulle dipendenze

In vista delle prossime consultazioni elettorali, saremo pronti a collaborare con quanti assumeranno impegni precisi ed inderogabili, ed in particolare:

1) l'avvio immediato di un processo partecipato di riforma del sistema normativo sulle dipendenze, fermo ancora a 30 anni fa, al DPR 309/90. In particolare la revisione della normativa quadro deve contenere tre punti imprescindibili:

• La ricostituzione del fondo nazionale Lotta alla Droga

• Un sistema procedurale che renda automatica e universale per i soggetti con dipendenza sottoposti a processo, già nella fase dibattimentale, la possibilità di accedere a percorsi di recupero qualora la pena editale massima possibile per il reato ascritto sia inferiore ai limiti previsti per l’accesso alle misure alternative.

• La creazione di un fondo per le politiche di reinserimento lavorativo

Posted in approfondimenti, dipendenze

Feb05

"Lettera aperta alle forze politiche per chiedere che la questione delle dipendenze sia rimessa al centro delle politiche in vista delle elezioni della prossima primavera

Il Consiglio di Presidenza della FICT ha chiesto la possibilità di incontrare i candidati per un confronto diretto sulle tematiche in questione.

"Ogni giorno leggiamo fatti di cronaca legati alla droga, al bullismo, a violenze contro il "diverso", non ultima la morte brutale della giovane Pamela e la strage a Macerata, fatti che ripropongono il tema della non giustificabile disattenzione alla questione delle dipendenze e del disagio. In linea con le parole di Papa Francesco:"contro la cultura dello scarto dell'umanità...", recuperiamo il valore del senso di Comunità: ogni situazione di disagio o di esclusione ha alle spalle un rifiuto, un mancato riconoscimento, una disattenzione, un cammino non condiviso. Pertanto, la Federazione Italiana Comunità Terapeutiche chiede con forza l'attenzione delle Istituzioni e che la questione delle dipendenze venga rimessa al centro delle politiche."

Di seguito, la Lettera aperta proposta a tutti i senatori e ai candidati alle elezioni politiche e, su tutti i territori, tramite i Centri federati FICT, ai candidati alle regionali e amministrative.

Il Consiglio di Presidenza della FICT ha chiesto inoltre la possibilità di incontrare i candidati per un confronto diretto sulle tematiche in questione.

Posted in dipendenze

Gen15

Seminario FICT: "Migranti tra accoglienza e integrazione"

Roma, 19 Gennaio 2018, presso il Centro Congressi Cavour, Via Cavour 50/a

In questo particolare momento storico la Federazione Italiana Comunità Terapeutiche* sente  il bisogno di confrontarsi sul tema dei migranti e dei minori stranieri non accompagnati, organizzando il Seminario ""Migranti tra integrazione e accoglienza" a Roma, il 19 Gennaio 2018, presso il "Centro Congressi Cavour" Via Cavour 50/a.

"La Federazione da anni - spiega Luciano Squillaci, Presidente FICT -  tramite i suoi Centri accoglie persone arrivate nella nostra nazione attraverso la migrazione perché ricevano una ospitalità dignitosa e attenta. Il seminario sarà un momento di riflessione su una emergenza umana a livello nazionale in cui si presenterà il modello di accoglienza FICT, le best practices, i modelli efficaci di lavoro di rete sul territorio."

Posted in approfondimenti

Dic16

Luciano Squillaci, presidente FICT afferma sul gioco d’azzardo: “Non ci si può arricchire sulla fragilità delle persone.”

“Lo Stato deve assumersi la responsabilità civile e legislativa di intervenire repentinamente per fermare questo scandalo annunciato”

Dalla pubblicazione dei dati dell’inchiesta del Gruppo Gedi, pubblicata oggi sui giornali, emerge un titolo inquietante:”L’Italia invasa dalle slot”.

“Sono anni - afferma Luciano Squillaci, presidente FICT - che lanciamo l'allarme, vedendo l’aumento dei nostri servizi dedicati al recupero dei giocatori d’azzardo patologico dovuto alle numerose e crescenti richieste di aiuto. I dati riportati sono quindi terribili, ma non sono una novità. Per creare un giocatore d’azzardo patologico basta una slot, un pc, un cellulare, ma per farlo uscire dal tunnel della dipendenza serve un intervento specializzato e la presa di coscienza di tutta la Comunità.”

Posted in approfondimenti

Ultime 20 notizie